Bologna, studentessa di Agrigento tenta il suicidio

Una studentessa universitaria di 24 anni, di Agrigento, è ricoverata in gravi condizioni, ma fuori pericolo di vita, all’ospedale Maggiore di Bologna, dopo essersi buttata dalla finestra, al quarto di un edificio, in via dell’Unione, zona universitaria. A salvarla dalla morte, la ringhiera della casa. Nel volo, un braccio è rimasto impigliato nel cancello ed è stato mozzato: questo, in qualche modo, ha attutito la caduta. Un passante, che ha assistito alla scena, ha avvertito il 113. I poliziotti sono così saliti, hanno perquisito l’appartamento, trovando nella camera della ragazza, un foglio dove la giovane ha scritto esplicitamente di non cercare nell’alcol o nella droga la motivazione della scelta estrema. In un’altra stanza, dove dormiva un ragusano di 35 anni, G.F., è stato trovato un etto di hascisc e il materiale per lo spaccio: l’uomo, con precedenti specifici, è stato quindi arrestato, su disposizione del pm Francesco Caleca che coordina le indagini.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin