Baia Mare, neanche in Romania vogliono gli zingari e fanno un muro per isolarli

Il Municipio di Baia Mare, città nel nord della Romania, ha avviato la costruzione di un muro di cemento alto tre metri per delimitare la zona abitata dai Rom. “Non è razzismo – ha detto il sindaco di Baia Mare, Catalin Chereches -. Ho preso la decisione a causa delle numerose proteste da parte degli automobilisti, che si lamentavano dei continui lanci di spazzatura dalle finestre. La decisione è stata bollata dalle associazioni per i diritti umani come “iniziativa razzista”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin