Rubygate, la marocchina baciò Nicole Minetti per compiacere Berlusconi

Ruby “racconta di essere stata coinvolta in un bacio saffico con la Minetti”. È quanto ha dichiarato il procuratore aggiunto Pietro Forno parlando della credibilità delle dichiarazioni della marocchina Karima El Mahroug nella discussione dell’udienza preliminare a carico del consigliere regionale Nicole Minetti, del giornalista Emilio Fede e dell’agente dei vip Lele Mora per induzione e favoreggiamento della prostituzione anche minorile perché all’epoca dei fatti contestati El Mahroug aveva 17 anni. La discussione è stata trascritta e il verbale è stato depositato. Un attimo prima, sempre davanti al gup Maria Grazia Domanico, il pm Antonio Sangermano aveva spiegato che per la procura il “fruitore finale” è il premier Silvio Berlusconi, parlando di “serate organizzate presso le residenze del presidente del Consiglio, onorevole Silvio Berlusconi, quale fruitore finale in questa ipotesi accusatoria”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin