Roma, sigilli al depuratore dell’Acea

Acque di scarico non correttamente depurate direttamente nel Tevere. Per questo motivo il personale del Comando Provinciale di Roma del Corpo forestale dello Stato nei giorni scorsi ha posto sotto sequestro il depuratore Acea Ato 2 di Roma Nord, dando esecuzione ad un decreto emesso dal Gip del Tribunale di Roma. L’impianto risultava autorizzato alla raccolta di liquami provenienti dalla rete fognaria del bacino di Roma Nord e dalle province di Roma e di Rieti. La provincia nominata custode giudiziario dell’impianto.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin