Vibo Valentia, il nuovo segretario Cgil incontra la Provincia

Un confronto a tutto campo, proficuo e cordiale, che ha toccato i principali temi sociali e occupazionali. Così, l’assessore provinciale al Mercato del lavoro Michele Mirabello, ha definito l’incontro di questa mattina negli uffici dell’assessorato con il neosegretario provinciale della Cgil, Franco Garufi.  “Abbiamo discusso di molte cose, a cominciare dalle tematiche occupazionali che riguardano l’Ente e il territorio vibonese nel suo complesso – ha affermato Mirabello -. Con riferimento ai lavoratori Eurocoop ed ex articolo 7, ho ribadito al segretario della Cgil che non c’è nessuna intenzione da parte della Provincia di effettuare riduzioni di personale, come d’altronde già sostenuto pubblicamente dal presidente De Nisi”. Sul tavolo anche la programmazione provinciale in materia di politiche attive a favore dei circa 600 lavoratori vibonesi che fruiscono degli ammortizzatori sociali in deroga. Su questo tema, Mirabello ha annunciato l’apertura a breve di un tavolo di concertazione con le organizzazioni sindacali per definire insieme gli interventi da adottare (formazione continua, acquisizione di nuove qualifiche professionali, tirocini aziendali), appena la Regione avrà concluso l’iter di finanziamento approvando gli atti di propria competenza. Mirabello e Garufi si sono confrontati anche sulla crisi economica e sulle ipotesi di mobilità che riguardano il porto di Gioa Tauro, dove sono impiegati circa 100 lavoratori provenienti dal Vibonese; una vertenza di respiro regionale, dunque, che potrebbe però avere ripercussioni anche sui livelli occupazionali locali. Infine, particolare attenzione è stata riservata alla preoccupante escalation criminale e all’allarme sociale che lo stillicidio quotidiano di attentati di stampo mafioso sta determinando. “È stato un incontro molto costruttivo – ha concluso l’assessore – che lascia intravedere la possibilità di un’efficace collaborazione della Provincia con il maggiore sindacato confederale”.
Enrico De Girolamo
Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin