Premio Calabria che Lavora, edizione numero dieci memorabile

La Calabria che Lavora da dieci anni è raccontata da Franco Buccinnà e dall’Associazione Culturale Nuovi Orizzonti presieduta da Anna Patania. E’ una Calabria positiva, che investe nel sociale e cresce portando occupazione e benessere. L’elite calabrese dell’economia, la cultura e la politica si è ritrovata per il decimo anno consecutivo, presso il Sunshine Club Hotel a Ricadi in provincia di Vibo Valentia, per consegnare i Premi realizzati a mano dal Maestro Orafo Michele Lo Bianco, che ha attribuito una corona alla Calabria, a simboleggiare le eccellenze regionali.

L’atteso evento, presentato da Giovanni Conversano, rappresenta il Gran Galà delle Eccellenze Calabresi. L’edizione 2011 ha registrato la sinergia fra diversi enti, dalla Regione alla Cna e la Camera di Commercio, alla Provincia ai Comuni di Vibo Valentia, Ricadi e Sorianello. Al sindaco del centro delle pre Serre vibonesi, Sergio Cannatelli, è stato attribuito un premio per “l’impegno nelle politiche sociali”.

 

IL PATRON “La Calabria annovera una presenza antica e sapiente di agricoltori, pescatori ed artigiani prima, e di commercianti ed industriali poi. Ecco perché l’associazione Nuovi Orizzonti di Vibo Valentia, presieduta da Anna Patania, mediante il Premio Calabria che lavora, giunto alla sua decima edizione, ha inteso promuovere, premiare e far sentire, la sua riconoscenza ad un gruppo di imprenditori, commercianti ed artigiani i quali hanno saputo in tempi pur difficili per il territorio regionale, favorire l’occupazione e contribuire allo sviluppo della Calabria, non solo grazie alla loro capacità, abilità e talento, qualità propria dei Calabresi ma anche preparando e conservando nel corso degli anni un’inestinguibile “patrimonio umano” all’interno stesso delle imprese. Infatti, la carta vincente per ogni azienda è anche l’intesa costruttiva che si instaura tra l’imprenditore e i suoi collaboratori, operai ed impiegati”. Sono parole del patron Franco Buccinnà, per descrivere il Premio.

 

ATTINA’ FORTI IMPRENDITORE DELL’ANNO Chi non conosce Calabriamia. Prodotto dal gusto artigianale, conservato con l’aggiunta di olio extra vergine d’oliva dal packaging di forte impatto visivo e immediato richiamo ai colori e ai sapori intensi della terra di Calabria (La ‘Nduja, Patè di Peperoncini, La Bomba, ecc…). E’ uno dei numerosi e gustosi prodotti dell’azienda Attinà Forti di Reggio Calabria, premiata ieri sera nell’ambito del Premio Calabria che Lavora come impresa dell’anno. Una storia che si tramanda da quattro generazioni. Attinà è, infatti, un marchio storico delle conserve alimentari in Calabria e non solo, che esporta l’eccellenza calabrese in tutto il Belpaese ed all’estero. Attinà opera dal 1931 ed in occasione dei suoi 80 anni di attività il promoter Franco Buccinà non poteva individuare premiato migliore come imprenditore del 2011.

 

DOLCEGIORNO IMPRESA GIOVANE 2011 Numerose le eccellenze calabresi premiate a Ricadi presso il Sunshine Club Hotel dall’Associazione Nuovi Orizzonti nell’ambito del decimo PCL. Un premio alla struttura che ha ospitato ritirato da Diego Pugliese, imprenditore turistico dell’anno. Tanti gli encomi alle aziende tra cui la Romano Arti Grafiche, l’Orafo Michele Lo Bianco, che ha realizzato i premi, la Dsc Costruzioni di Sarino Lo Bianco, alla Capri srl, al Centro Estetico La Fenice Vibo Valentia. Molti  prodotti tipici che sono stati presi in considerazione dall’organizzazione del Premio. Per il 2011, in particolare, il premio Imprenditore Giovane 2011 è stato assegnato a Giuseppe Giorno ed alla sua azienda dolciaria. Il biscottificio Dolcegiorno, per amore di una tradizione che si tramanda da generazioni,dall’intraprendenza dei fratelli Giorno, decide di diventare azienda nel 2006. Grazie alla passione e al giusto connubio tra ricerca e qualità, vende i suoi prodotti in tutta Italia, estendendo i suoi confini, oggi approda in Europa. Il biscottificio sorge tra le colline di Santa Sofia D’Epiro (CS), paese che si estende a nord est del territorio calabrese e scende lungo il fiume Crati. A tutto ciò la famiglia Giorno aggiunge, l’entusiasmo che ha permesso di vantare una clientela vasta e tra i più importanti gruppi distributivi nazionali e internazionali che da molti anni dimostrano la piena fiducia sulle capacità produttive, di serietà e correttezza commerciale del Biscottificio. L’impegno della società per il prossimo futuro è quello di aumentare la gamma dei prodotti studiando dei nuovi biscotti, nel pieno rispetto delle antiche ricette. Le merendine Dolce Giorno accompagneranno il concorso nazionale di bellezza Miss Bella d’Italia e Mister Bello d’Italia.

 

IL PREMIO Opera realizzata interamente a mano dall’artista Vibonese Maestro Orafo Michele Lo Bianco, il Premio Calabria che Lavora, è davvero uno splendido gioiello dell’artigianato realizzata con cura dalle esperte e sapienti mani dell’artigiano dei gioielli, la cui fama è a livello nazionale, più volte apprezzato anche dal Papa per le sue creazioni orafe. L’opera trae ispirazione dal nome della serata intitolata “Eccellenze Calabresi. “Per questo motivo è stata realizzata – spiega al giornale – la Calabria con la corona sopra, indicando le eccellenze della Calabria, cioè tutte quelle persone che portano in Italia e nel mondo il buon nome e il ben fatto della nostra terra con il proprio lavoro”. L’opera (nella locandina) è stata lavorata utilizzando la tecnica del traforo e dell’ incisione a bulino con secondo l’antica tecnica del “Millerighe a mano”, disegni e bordi cesellati interamente a mano. L’ opera viene racchiusa in una cornice di foglie d’argento. L’opera realizzata è una creazione artigianale che garantisce l’originalità del pezzo e si evidenziano forme geometricamente fantasiose tanto da dare un tocco delicato…come un prezioso ricamo.

 

GLI OSPITI E’ il momento del grande lancio per i Jxj, il gruppo trapanese, che ha partecipato ad X Factor, il talent show di Rai Due. I ragazzi siciliani saranno in tour nelle piazze italiane promossi dal manager dello spettacolo Franco Buccinà, che ieri sera nel Vibonese, ha consegnato loro il Premio Rivelazione dell’anno nell’ambito del PCL, l’encomio alla Calabria che Lavora.

CARMEN RUSSO LA MADRINA Nella suggestiva cornice del Sunshine Club Hotel, in occasione del Gran Galà delle Eccellenze Calabresi, hanno brillato le stelle di Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi, madrina e padrino della manifestazione organizzata da Franco Buccinà, il noto promoter calabrese che da dieci anni porta avanti il Premio Calabria che Lavora.

VINCENZO CRIVELLO PREMIO ALLA CARRIERA CINEMA TV Premiato alla decima edizione di Calabria che Lavora, con l’encomio speciale alla carriera per il cinema e la tv, Vincenzo Crivello, è già in “clima” Spoleto. Sarà al via, infatti, venerdì 24 giugno la 54esima edizione del Festival in programma fino al 10 luglio 2011.

PREMIO SPECIALE A LAPRIMAPAGINA.IT Un Premio speciale Calabria che Lavora, è stato attribuito dall’organizzazione della Nuovi Orizzonti, al quotidiano nazionale online dal 2009 Laprimapagina.it, nella sezione speciale dedicata all’informazione. Si tratta di un premio prestigioso che il direttore Antonio Nesci, vibonese, ha dedicato alla cultura italiana ed ha inteso condividere con i lettori, gli inserzionisti, i corrispondenti (quasi cento in tutta Italia). Laprimapagina.it seguirà in esclusiva tutta la stagione estiva del concorso nazionale di bellezza Miss più bella d’Italia e Mister più bello d’Italia.

 

LA CULTURA PREMIATA Al Premio Calabria che Lavora, organizzato dall’Associazione Nuovi Orizzonti di Anna Patania, numerose le personalità del mondo della musica, lo spettacolo, la moda e la cultura premiate. Il patron Franco Buccinà ha assegnato un premio speciale per la sua qualità timbrica a Stefania Bivone, che fa parte del laboratorio canoro dell’Accademia Mauro Giuliani. Un riconoscimento è stato tributato a Palmina Ceravolo, giovane e dinamica Dirigente dell’Istituto “Marzano” di Laureana di Borrello (RC). Ancora un premio speciale Calabria Musica al Maestro Paolo Manciameli, Direttore dell’Accademia Mauro Giuliani di Laureana di Borrello. Riconoscimento per le sue qualità vocali ed interpretative al Soprano Maria Ferraro. Premio Speciale Calabria Moda allo stilista Marco Taranto che ha proposto una sfilata di alcuni dei suoi abiti. Premio Qualità, per tornare alle aziende eccellenze calabresi, alla Dolciaria Alessandria, azienda nata a Soriano Calabro, che produce ed esporta in tutto il mondo i prodotti tipici della tradizione dolciaria calabrese. Alessandria, nonostante la produzione industriale mantiene inalterate le caratteristiche della lavorazione artigianale dei propri prodotti. Nel 1966, grazie all’audacia dell’imprenditore rosarnese Rosario Malvaso, nasce la Center Pneus, da oltre 40 anni opera nella piana di Gioia Tauro e a Vibo Valentia. Alla famiglia Malvaso è stato consegnato il Premio imprenditoria alla carriera nell’ambito del decennale del Premio Calabria che Lavora organizzato da Franco Buccinà. Premio imprenditoria all’Agenzia Turismo e viaggi Genco, titolare di autolinee in concessione regionale sin dal 1977, che oggi “serve” anche la tratta Tropea – Vibo Valentia – Roma. Ed ancora un riconoscimento alla famiglia Annunziata che con il capostipite Alfonso nel 1955 ha creato una realtà nel settore abbigliamento in Calabria e non solo con due centri commerciali: uno storico a Gioia Tauro (RC) e l’altro a Vibo Valentia.

Appuntamento al 2012 con l’undicesima edizione del Premio Calabria che Lavora – Eccellenze Calabresi.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin