VII Premio Sportivo Valentia, consegnati i premi 2011

Teatro La Pace gremito, entusiasmo e divertimento hanno caratterizzato la cerimonia della settima edizione del Premio Sportivo Nazionale Valentia. L’evento targato Vibosport ed organizzato in collaborazione con Alleanza Sportiva Italiana e sotto l’egida della Regione Calabria è stato un vero e proprio gran gala dello sport che, tra cultura e spettacolo, ha regalato tante emozioni ai protagonisti ed al pubblico presente nella splendida cornice della struttura di Drapia. Tra un premio e l’altro si sono esibiti i cabarettisti Battaglia e Miseferi che hanno regalato momenti di esilarante comicità alla serata, la scuola Real Dance di Reggio Calabria che ha entusiasmato con le coreografie che l’hanno vista trionfare al trofeo Fids di Uno Mattina e con Nick e Francy che hanno dato dimostrazione di Country Dance. A condurre la serata  è stata con grande e sobria eleganza l’incantevole Alessandra Giulivo affiancata come valletta della serata dall’affascinante Marilena Scaramozzino, quarta classificata a Miss Italia 2010. “In questa edizione si è dato spazio soprattutto ai calabresi protagonisti dello sport a livelllo nazionale ed internazionale, perché sappiamo che ogni successo che viene fuori dalla nostra terra vale il triplo rispetto ad altri, per il sacrificio degli atleti e per la mancanza di impianti”, ha spiegato Michele La Rocca illustrando in apertura la storia del Premio nato nel 2002 e che ha visto tra i premiati tanti mostri sacri dello sport e del giornalismo sportivo italiano. Il Premio Valentia, come è tradizione, consiste in un’opera unica, quest’anno consiste in una targa d’argento realizzata dall’artista orafo vibonese Michele Lo Bianco. Una vera e propria opera d’arte realizzata in edizione numerata, molto apprezzata per la finezza della lavorazione.  Il presidente della Commissione Premi, Tino Scopelliti, componente la Giunta Nazionale dell’Asi, ha evidenziato la sinergia che ha portato alla realizzazione di una serata straordinaria. “Abbiamo voluto inserire questo evento prestigioso nell’ambito delle Asiadi – ha detto – per dare ancora più significato al nostro impegno per la promozione sportiva. Vogliamo che da qui e dalle Asiadi, questa tre giorni di festa dello sport puro, parta un messaggio importante per il rilancio dello sport nella nostra regione e credo che lo strumento dato dalla nuova legge dello sport approvata dopo ben 26 anni di attesa sia importante e da sfruttare appieno”. Per quest’ultimo motivo, tra i riconoscimenti attribuiti, in tutto sette, uno è andato al presidente del Consiglio Regionale della Calabria, on. Francesco Talarico, il quale ha detto di ricevere “questo premio prestigioso con grande soddisfazione”, ringraziando in particolare Tino Scopelliti che “ha dato un grande contributo nella elaborazione del testo della nuova legge sullo sport”. A salire per primo sul palco per ricevere il Premio Valentia dal patron Michele La Rocca è stato il maestro Giorgio Lico per la Thunder Pizzo, Società dell’Anno, accompagnato in platea da un folto gruppo dei suoi atleti, molti dei quali campioni italiani, europei e mondiali di Kick Boxing. “Spero che presto anche la nostra disciplina diventi olimpica – ha detto Lico – perché come calabresi potremmo toglierci parecchie soddisfazioni”. Subito dopo la prima uscita di Giacomo Battaglia e Gigi Miseferi, è tpccato alla giornalista Karen Sarlo salire sul palco per ritirare dalle mani del presidente regionale Asi, Nino Girella, il Premio Comunicazione per lo Sport destinato alla caporedattrice di RaiTre, Anna Maria Terremoto. Il Premio Atleta Femminile è stato consegnato, quindi, da Vittorio Fanello della Direzione Nazionale Asi, alla marciatrice azzurra del Comitato Paralimpico Nicoletta Mormile, accompagnata dal presidente regionale del Cip Titti Vinci. Massimiliano Mondello, Testimonial dello Sport, è stato premiato da Pino Scianò, assessore al Comune di Vibo Valentia e Presidente del Consiglio Nazionale Asi, i due assieme hanno ricordato gli esordi del campione vibonese sull’unico tavolo a disposizione a Piscopio per la Fiamma Vibo. “Sono veramente felice -ha commentato Mondello – si tratta del primo premio importante per me, dopo quelli ottenuti sul campo in questi anni”. E’ toccato, quindi, a Tino Scopelliti consegnare gli altri tre riconoscimenti della serata. Il primo all’on. Francesco Talarico, Uomo per lo Sport, per l’impegno profuso per l’approvazione rapida della nuova legge sullo sport. Subito dopo sul palco del teatro La Pace è salito il campiona mondiale di boxe Ibf, Francesco Versaci. Il pugile reggino, stimolato da Scopelliti e dalle domande della Giulivo, ha detto che sarebbe contento di tornare fra un anno a ricevere un altro premio dopo aver ottenuto qualche titolo sportivo ancora più prestigioso. Le immagini su maxi schermo delle sette puntate trionfali a Uno Mattina, hanno annunciato l’ultimo riconoscimento della serata, quello di Squadra dell’Anno attribuito alla società Real Dance di Reggio Calabria, protagonista assoluta nel mondo della danza sportiva. A ritirare la targa è stata la coreografa Mariana Melchionna che ha voluto chiamare sul palco il presidente della società Salvatore Melchionna a condividere il momento di gioia assieme alle compagne dell’avventura televisiva su Raiuno. Nel finale due targhe ricordo sono state consegnate a Battaglia e Miseferi, mentre per le due bellissime miss, Giulivo e Scaramozzino, il maestro Michele Lo Bianco – chiamato a sorpresa sul palco da Michele La Rocca, sono arrivate due bellissime creazioni dell’orafo vibonese. Sigla finale e chiusura della manifestazione con il balletto, non poteva essere diversamente, della Real Dance. Domani ultima giornata delle Asiadi al Villaggio La Pace e, quindi, appuntamento al prossimo anno.

Questo l’elenco dei Premiati e le motivazioni.

Francesco Versaci

Personaggio Sportivo dell’anno

18 incontri, una sola sconfitta ai punti, un titolo mondiale giovanile, un titolo italiano. E’ la promessa della boxe italiana. Stiamo parlando di Francesco Versaci, nato a Reggio Calabria, 25 anni fa. La sua attività pugilistica inizia giovanissimo (età 7 anni) alla palestra dell’Amaranto Boxe. A 18 anni viene convocato nella Nazionale Senior. Nel 2005 19 anni, entra nella storia del pugilato italiano come il più giovane pugile professionista di tutti tempi, debuttando a Bastia Umbra con l’ungherese Bela Kiss battendolo nettamente ai punti. Nel 2007 conquista il titolo del Mediterraneo. Nel mese di agosto 2008 nell’arena “Ciccio Franco” di Reggio Calabria conquista il titolo di Campione Italiano. Il 19 novembre 2010 conquista la corona di Campione del Mondo giovanile IBF a Cagliari.

Massimiliano Mondello

Testimonial dello Sport

Nella sua disciplina è l’atleta italiano più forte di sempre. Nel suo palmares figurano ben 38 titoli italiani, record assoluto, una medaglia di bronzo ai Mondiali a Kuala Lumpur nel 2000 ed una partecipazione alle Olimpiadi, Atene 2004. Massimiliano Mondello è nato a Vibo Valentia il primo gennaio 1975, ha fatto la storia del tennis tavolo tricolore negli ultimi venti anni. Dopo l’esperienza a Messina ha deciso di tornare in A1 con il Città di Castello. Ha ancora molto da dare Massimiliano, ma è già un esempio per tutti i giovani calabresi. Non a caso, dopo Giovanni Parisi, è stato il secondo vibonese a partecipare alle Olimpiadi e, al momento, anche l’ultimo calabrese.

Thunder Pizzo

Società Sportiva

E’ una delle società calabresi più titolate a livello nazionale e Mondiale. Sotto l’abile guida del maestro Giorgio Lico sono fioriti in un decennio tanti campioni e campionesse che sono andati in giro per l’Europa e per il Mondo a tenere alto il nome della Calabria. Due sue atlete, Samantha Aquilano e Luisa Lico hanno conquistato ben nove titoli iridati, ricevendo il premio Valentia nel 2005. La Thunder Pizzo però non si è fermata e nel suo palmares ha aggiunto nel 2010 due medaglie d’argento mondiali con Roberta Cavallaro e Stefanie Marchese e ben 5 titoli tricolori ai recenti campionati italiani, con un ottimo terzo posto di squadra. Ha portato in Calabria numerose manifestazioni italiane ed internazionali.

Nicoletta Mormile

Atleta Femminile

Nata ad Aversa (CE) si forma come atleta con la polisportiva “De Blasio” di Reggio Calabria. Dal 1995 è stabilmente campionessa italiana nei m. 800 e nella marcia. Nel 1998 è Campionessa del Mondo nella 4x100m. ai “Mondial Games” in North Carolina. Dal 2009 fa parte della Nazionale Azzurra della Federazione Italiana Sportiva per la Disabilità Intellettiva e Relazionale. Ai “Global Games” ottiene il 5° posto nei m. 5000 marcia. Nel 2010 è quarta in Croazia agli Europei. Si è confermata campionessa d’Italia nei m. 5000 di marcia a Cagliari. E’ “testimonial”, insieme a Giusy Versace, Roberta Cogliandro, Massimo Greppi ed altri del grande salto di qualità fatto dal Comitato Italiano Paralimpico in Calabria.

Anna Maria Terremoto

Comunicazione per lo Sport

Dallo scorso anno capo redattore del Tg di Raitre Calabria, succeduta al vibonese Pino Nano chiamato all’importante incarico di responsabile dell’Agenzia Nazionale della TGr RAI nazionale,  ha dato impulso ai servizi riguardanti l’attività sportiva regionale, ottenendo un unanime riconoscimento al suo impegno, ad attestazione della sua professionalità e del lavoro svolto con rigorosa attenzione quotidiana.

Francesco Talarico

Uomo per lo Sport

Presidente del Consiglio regionale della Calabria. e membro del Comitato di coordinamento della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni italiane.  E’ anche grazie a lui se la regione si è dotata in appena sei mesi dalle elezioni, dopo ben 26 anni di attesa, di una nuova ed efficace legge sullo sport. Un provvedimento, molto atteso che consente alla nostra regione di compiere un importante salto di qualità in uno dei suoi settori più vitali e strategici. Una legge che consentirà il completamento di importanti impianti sportivi e darà respiro all’associazionismo sportivo.

Real Dance Reggio Calabria

Squadra dell’anno

Un team straordinario guidato magistralmente dalla giovanissima maestra coreografa Mariana Melchionna. La scuola di ballo Real Dance di Reggio ha rappresentato la Calabria  nelle sfide  tra regioni del torneo di ballo Trofeo Fids nella famosissima  trasmissione televisiva “Mattina in famiglia” in onda su Raiuno e condotta da Tiberio Timperi e Miriam Leone, ottenendo tantissime vittorie contro squadre e scuole di altre regioni, ottenendo ben sette vittorie consecutive, e portando il volto più sano della nostra regione alla ribalta nazionale.Tantissimi i successi ottenuti in altre competizioni, tra cui la Coppa Italia Fids.

 

L’albo d’oro del Premio Valentia

I Edizione: 2002

Atleta Maschile:           Francesco De Fina, (libero Volley Eurosport Brutium- A2);

Atleta Femminile:         Viola Zangara, campionessa italiana di karate;

Alla Carriera:   Patrizia Ragno, mezzofondista più volte azzurra;

Migliore Squadra:        Tonno Callipo Vibo Valentia (A1).

Migliore Società:          Tiro a volo La Tranquilla di San Calogero.

Personaggio dell’Anno: Tiziana Capria, arbitro di serie A femminile.

Testimonial: Tiziana Alagia, campionessa italiana di maratona.

 

II Edizione: 2004

Personaggio sportivo:   Alessandra Lucchino, campionessa mondiale a squadre sciabola;

Testimonial:                  Giuseppina Macrì, campionessa europea judo;

Attività Sportiva:          Natalina Ceraso Levati,  presidente Div.Femminile FIGC;

Atleta dell’anno:           Samantha Aquilano –  Luisa Lico, campionesse mondiali Kick Boxing;

Giornalista Sportivo:     Francesco Caruso (giornalista Gazzetta dello Sport);

Dirigente Sportivo:       Filippo Callipo, presidente Tonno Callipo;

Società dell’anno:         U.S. Vibonese;

Squadra dell’anno:       U.S. Catanzaro.

 

III Edizione: 2005

Testimonial:                  Pierluigi Formiconi, coach del Setterosa oro alle Olimpiadi di Atene;

Speciale Valentia:         Francesco Moser, campione del Mondo di ciclismo;

Personaggio dell’Anno: Simone Rosalba, campione del Mondo e d’Europa di volley;

Squadra Maschile:       Pallanuoto Cosenza, pallanuoto maschile A1;

Squadra Femminile:      Olimpica Corigliano, calcio femminile A;

Manager dello Sport:   Sandra Saglia, dirigente Mondo;

Medico dello Sport:     Giuseppe Topa, medico Tonno Callipo Volley;

Speciale al merito:        Antonio Cosentino, presidente Figc e Lnd Calabria;

Arbitro/Dir. di gara:      Giuseppe Laganà, arbitro internazionale di lotta.

Premio Giornalistico “Massara”: Candidò Cannavò, direttore Gazzetta dello Sport.

 

IV Edizione: 2006

Valentia Giornalistico:   Domenico Morace, ex direttore Corriere dello Sport

Testimonial dello Sport: Luca Cantagalli, schiacciatore Nazionale volley

Testiominal dello Sport: Giusy Malato, centroboa Nazionale pallanuoto

Personaggio dell’anno: Sergio Floccari,  attaccante del Messina

Medico dello Sport:     Enzo Pacilè, medico Nazionale Italiana beach soccer

Dirigente Sportivo:        Claudio Barbaro, presidente nazionale Asi e membro giunta CONI

Arbitro/ direttore di gara: Antonio Dattilo, arbitro calcio serie A

Premio Giornalistico “Massara”: Gianni Mura, giornalista di Repubblica

 

V edizione: 2007

Valentia Giornalistico: Tonio Licordari (caporedattore Gazzetta del Sud)

Letteratura e Sport: Nello Governato (“La Partita dell’addio” – ed.Mondadori)

Testimonial dello Sport: Giovanni Cordiano (Vibonese)-  Antonio Ferraro (Tonno Callipo Vibo)

Dirigente Sportivo: Mimmo Praticò, presidente regionale CONI Calabria;

Premio Speciale 2007: Pippo Caffo, presidente U.S. Vibonese

Alla memoria: Reno Ceraso, fondatore della  U.S. Fiamma Monza, campione d’Italia calcio femm.

Personaggio dell’anno: Paolo Lopreiato, campione internazionale di karate

Giornalistico “Massara”: Franco Fava, campione di mezzofondo e giornalista Corriere dello Sport

 

VI Edizione 2009

Premio Speciale 2008   Giuseppe Scopelliti, sindaco di Reggio Calabria

Personaggio Sportivo: Stefano Pondaco, calciatore giovanili Sampdoria Campione d’Italia Primavera

Testimonial dello Sport: Filippo Grasso Caprioli, campione del mondo di equitazione

Atleta dell’anno: Mauro Bunino, campione di bocce e recordman mondiale

Squadra dell’anno: Tonno Callipo Vibo Under 14, campione d’Italia di categoria

Dirigente Sportivo: Domenico Bulzomì, presidente Federazione Bocce Calabria

Dirigente Sportivo: Maurizio Romano, direttore generale del Coni

Un pensiero riguardo “VII Premio Sportivo Valentia, consegnati i premi 2011

  • 14 giugno 2011 in 22:51
    Permalink

    Ciao, bellissimo questo blog. Complimenti.

I commenti sono chiusi