Venezia, lo sposalizio del mare

Da San Marco in corteo al seguito della “bissona” Serenissima, la grande imbarcazione da parata. Un corteo di imbarcazioni ha accompagnato, a Venezia, lo “sposalizio del mare”. La cerimonia millenaria cade in occasione della “Festa della Sensa”, manifestazione tradizionale cittadina in cui si celebra l’Ascensione di Cristo e che ribadisce, ogni anno, il rapporto di Venezia con il mare. Alla manifestazione hanno partecipato numerose autorità civili e religiose, tra cui i sindaci dei comuni di Forno di Zoldo e di Zoldo Alto, nel bellunese, che hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento del “Gemellaggio Adriatico”. Di fronte alla Chiesa di San Nicolò del Lido, all’altezza della bocca di porto, si è svolta la millenaria cerimonia dello “sposalizio del mare”. Il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, dopo aver lanciato nelle acque una corona d’alloro in ricordo di tutti i caduti in mare, ha gettato in mare l’anello benedetto da Monsignor Beniamino Pizziol, da pochi giorni Vescovo di Vicenza, recitando la celebre formula “Desponsamus te mare, in signum veri perpetuique domini”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Venezia, lo sposalizio del mare Venezia, lo sposalizio del mare ultima modifica: 2011-06-06T05:39:56+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0