Barletta, rom segregavano giovani donne

La Puglia scopre i suoi orrori. Segregate in casa, costrette a prostituirsi senza sosta e picchiate se si rifiutavano: è quanto hanno subito due ragazze romene giunte in Italia con la promessa di un lavoro e sfruttate come schiave a Barletta da una coppia di connazionali. Marius Maghiran (37 anni) è stato arrestato, mentre la moglie, Eugenia (34), è ai domiciliari. Il calvario delle giovani (23 e 20 anni) è finito solo quando una delle due è riuscita a fuggire e a salvare l’amica. Una terza persona è stata denunciata.

 

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin