Unical, l’inconscio, la psicoanalisi e il desiderio

Dal 20 al 22 Maggio, presso lo University Club dell’Università della Calabria (ponte Bucci, vicino alla Biblioteca), studiosi, docenti Unical e psicoanalisti discuteranno di Corpo, linguaggio e psicoanalisi. È il primo convegno organizzato dal Centro Studi Filosofia e Psicoanalisi, recentemente istituito presso il Dipartimento di Filosofia dell’Unical, in collaborazione con la Facoltà di Lettere e Filosofia e la Scuola Dottorale Internazionale di Studi Umanistici. I tre giorni di convegno arrivano dopo un ciclo di seminari tenuti, durante quest’anno accademico, dai docenti del Centro. Fra gli altri, vi parteciperanno Teresa de Lauretis (University of California), Alberto Luchetti (direttore della Rivista di psicoanalisi, Società Psicoanalitica Italiana)e gli psicoanalisti Manuela Fraire e Francesco Napolitano. L’iniziativa nasce dalla consapevolezza che la psicoanalisi, oggi più che mai, rappresenta un sapere ed una prassi in grado di interpretare criticamente il presente. In questo senso, è importante che soprattutto un Dipartimento di Filosofia se ne occupi. Perché la filosofia ha sempre avuto questa funzione: capire il presente per coglierne anche le linee di cambiamento. E appunto, raramente come ai nostri tempi, l’esigenza del cambiamento è stata così sentita. In questo quadro il convegno, e più in generale il Centro, sono promossi – seguendo così una tradizione dell’Università della Calabria – con lo scopo di dialogare con la società civile. Perché i temi trattati non sono temi soltanto accademici: sono temi delle nostre vite, temi che riguardano tutti. I lavori si apriranno venerdì, alle ore 15:00, con la presentazione delle attività e dei progetti del Centro tenuta dal prof. Felice Cimatti.

Rita Paonessa

9 su 10 da parte di 34 recensori Unical, l’inconscio, la psicoanalisi e il desiderio Unical, l’inconscio, la psicoanalisi e il desiderio ultima modifica: 2011-05-18T15:55:47+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0