Mutuo Inps ex Inpdap per acquisto immobili: Sono davvero vantaggiosi?

Il Mutuo Inps ex Inpdap è riservato a tutti i dipendenti statali con contratto di lavoro a tempo indeterminato e ai pensionati della Pubblica Amministrazione, iscritti da almeno tre anni.  Secondo la legge e il portale www.mutuoinpdap.org, il richiedente non deve possedere un’altra abitazione, salvo casi particolari per le separazioni legali, quindi l’acquisto è riservato solo per la prima casa.

 

Inoltre, l’immobile oggetto del prestito non deve rientrare nella categoria “lusso”. Il massimo del finanziamento è di 300.000 euro. I vantaggi sono molti, rispetto alle offerte di alcune banche e di agenzie finanziarie. Queste ultime sono particolarmente esose sui tassi di interesse e i tempi di erogazione sono praticamente uguali a quelli del prestito Inps.

 

Il limite massimo di finanziamento è più che sufficiente per l’acquisto di una casa decorosa e agiata e comprende anche le spese per eventuali pertinenze. Si tratta, in effetti, di un mutuo ipotecario dove bastano come garanzia l’immobile e il contratto di lavoro. Inoltre, la periodizzazione delle rate è ampia, distribuita tra 10, 15, 20,25,30 anni, con rate semestrali costanti e posticipate.

 

I tassi di interesse sono particolarmente vantaggiosi, l’Inps propone due possibilità: tasso fisso (intorno al 3,75%) e tasso variabile (circa il 3.50%) per il primo anno. La domanda per richiedere il mutuo è da compilare on line comodamente da casa, allegando i documenti richiesti, direttamente dal sito dell’Inps, accedendo con un Pin identificativo.

 

Le istruzioni del sito sono facili e di immediata esecuzione. Il finanziamento non può superare il 100% della stima di perizia dell’immobile, ma sono concessi fino a 5000 euro per spese notarili di registrazione, perizia tecnica, iscrizione ipotecaria, assicurazione. Il mutuo Inps può essere richiesto di nuovo se il precedente è stato estinto o siano trascorsi 4 anni dall’ultima erogazione.

 

Una volta inviata la domanda, questa viene accolta in automatico e inserita in una graduatoria facilmente consultabile attraverso il “Pin dispositivo”. Ciò consente inoltre di monitorare lo stato della pratica. La concessione del mutuo avviene senza una valutazione di merito, ma solo sulla base della perfetta corrispondenza dei requisiti richiesti.

 

Con il decreto Bersani nel 2017 si può godere dell’opzione della Surroga Mutuo Inpdap, grazie alla quale si può spostare il mutuo da una banca all’altra, a condizioni più vantaggiose, operazione gratuita per il mutuatario. Questi sono dunque i principali vantaggi dei Mutui Inps ex Inpdap, che offrono l’opportunità di realizzare il sogno di acquistare una casa, spesso rimandato.

 

Inoltre, le spese godono di detrazioni fiscali che vanno ad aggiungersi alle particolari agevolazioni ulteriori già previste in sede di legislazione per il prossimo 2018, in particolare per le giovani coppie.

9 su 10 da parte di 34 recensori Mutuo Inps ex Inpdap per acquisto immobili: Sono davvero vantaggiosi? Mutuo Inps ex Inpdap per acquisto immobili: Sono davvero vantaggiosi? ultima modifica: 2017-04-18T11:24:26+00:00 da Massimo Fattoretto
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone