Strage di Berlino. L’attentatore è pakistano: 12 morti e 48 feriti

Il presunto autista del mezzo pesante che ha ammazzato 12 persone nel mercatino di Natale a Berlino “potrebbe essere un pakistano o un afghano” anche se “un’identificazione precisa è difficile dato che probabilmente sono stati usati nomi falsi”. Esattamente si tratterebbe di un profugo pachistano.

Attentato rivendicato dall’Isis

Il sospettato è stato arrestato. Un secondo uomo sul tir, pare un polacco, è morto nell’impatto. L’Isis avrebbe rivendicato l’attentato. Il camion era partito dall’Italia per fare rientro in Polonia. Il tir doveva fare sosta a Berlino per consegnare il carico ed il conducente, cugino del proprietario dell’azienda di trasporti polacca, aveva detto di volersi fermare per la serata. Ci sono sospetti che il mezzo si stato rubato nel corso del viaggio.

Il tir è di un’azienda di trasporti di Danzica

L’azienda afferma di avere perso il contatto con il mezzo alle 16 di lunedì. Il mezzo era carico di ponteggi di acciaio dall’Italia e avrebbe dovuto scaricarli oggi a Berlino. L’azienda di trasporti polacca ha sede nell’area di Danzica.

9 su 10 da parte di 34 recensori Strage di Berlino. L’attentatore è pakistano: 12 morti e 48 feriti Strage di Berlino. L’attentatore è pakistano: 12 morti e 48 feriti ultima modifica: 2016-12-20T06:54:46+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento