Roskomnadzor ha chiesto agli internet provider di bloccare Linkedin

Si tratta di una decisione senza precedenti. L’ente che si occupa dell’informazione in Russia ha avanzato ai provider web di bloccare Linkedin. Roskomnadzor chiede di negare l’accesso al social network dedicato alla creazione di una rete professionale.

Violazione della privacy

Il tribunale di Mosca ha respinto il ricorso di Linkedin. Roskomnadzor accusa il social di violare la legge sul trattamento dei dati personali.

Lo scopo di Linkedin

L’obiettivo della rete è favorire gli utenti nel mantenimento di una lista di persone conosciute e ritenute affidabili in ambito lavorativo. Le persone nella lista sono definite “connessioni”. L’utente può incrementare il numero delle sue connessioni invitando le persone che preferisce.

0
SHARES
0