Albano Crocco, c’è la svolta Claudio Borgarelli indagato per omicidio volontario

I Carabinieri hanno sequestrato armi, utensili da lavoro e indumenti. Claudio Borgarelli è uno dei tre sospettati per l’omicidio. Si tratta del nipote di Albano Crocco, infermiere in pensione ucciso a fucilate e decapitato nei boschi di Lumarzo. L’infermiere quarantenne è indagato per l’omicidio volontario dello zio. Claudio Borgarelli ha ricevuto un avviso di garanzia giovedì mattina come atto dovuto prima della perquisizione della sua abitazione.

Altri due soggetti avrebbero avuto litigi con la vittima

Borgarelli non è l’unico sospettato. CI sarebbero altre 2 persone (che avrebbero discusso con Crocco) che avrebbero un “profilo” compatibile con l’assassino, pratico di grosse armi da taglio.

Il pm ha conferito l’incarico al medico legale Alessandro Bonsignore per eseguire l’autopsia. Da qui potrebbero arrivare le prime risposte su come possa essere stato ucciso il pensionato.

0
SHARES
0