Milano, successo per il crowdfunding civico

La piattaforma voluta dall’Amministrazione, a 4 mesi dal lancio, e dei primi 8 progetti d’impresa ad alta vocazione sociale, 7 hanno già superato il giudizio del web, raccogliendo oltre 100 mila euro grazie al contributo dei milanesi.

Presentati, presso l’Urban Center, in Galleria Vittorio Emanuele, i nuovi progetti sottoposti al vaglio della rete. A illustrare, a stampa e operatori, le 5 nuove idee di impresa l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio, Cristina Tajani con i rappresentanti di Eppela, la prima piattaforma italiana di crowdfunding reward based (basato sul sistema delle ricompense). I milanesi e la rete avranno tempo, sino al 4 novembre, per scegliere quale dei 5 progetti finanziare.

Si inizia con So Lunch

Si tratta della piattaforma che mette in contatto chi è a casa all’ora di pranzo e cucina, con chi lavora nelle vicinanze e vuole mangiare in maniera genuina e conviviale, ovunque si trovi. E poi ancora con # IWant CineWall: un cinema nella zona sud di Milano, aperto dal mattino, pensato per mamme, bambini, non udenti e non vedenti e dove ognuno potrà proiettare i propri lavori. I film usciranno dal grande schermo per arrivare in cortili e periferie con il pulmino/furgone CineWan.

Si prosegue con Medicinema: progetto che utilizza pellicole famose come terapia di sollievo nelle strutture ospedaliere, con programmi mirati per pazienti e familiari e Cn Smart L’Hub: la smart city, concepita dall’Associazione comunità Nuova di Don Gino Rigoldi, che prevede la realizzazione di laboratori di formazione professionale, improntati ai mestieri tradizionali, una piattaforma web per generare opportunità di lavoro e una ‘Scuola delle competenze’, per condividere esperienze e ricevere in cambio servizi. Infine Ecolab: applicazione per telefonini che consente di localizzare agricoltori e orti urbani, conoscere i loro prodotti e tecniche di coltivazione, partecipando ad attività agricole e a lezioni di ‘cultura ambientale’.
 
“I risultati che sta segnando il crowdfunding civico, con 7 progetti su 8 che raggiungono l’obiettivo di raccogliere oltre la meta delle risorse necessarie alle loro creazione, confermano l’intuizione del Comune di investire nella finanza collaborativa”. Così l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani, che prosegue: ”Una scelta che aveva due obiettivi: da un lato, indicare al sistema delle imprese sociali e del terzo settore una modalità di finanziamento differente dal credito ordinario; dall’altro, sottoporre al giudizio dei cittadini la preferenza dei progetti da finanziare con risorse pubbliche”.
“Il successo delle prime due call del crowdfunding civico del Comune di Milano dimostra la validità del crowdfunding nel rispondere alle esigenze della comunità” dichiara l’amministratore delegato di Eppela, Nicola Lencioni. “Siamo lieti e orgogliosi di mettere la nostra esperienza al servizio di una città innovativa come il capoluogo lombardo”.
 
I complessivi ventidue progetti selezionati dall’Amministrazione a e che compongono il panel del crowdfunding civico sono stati divisi in gruppi e saranno inseriti nell’area ‘Mentor’ del sito www.eppela.com in quattro momenti diversi, dal 29 aprile fino alla fine del 2016. Ogni idea avrà a disposizione 40 giorni per la raccolta fondi. Le iniziative imprenditoriali che riusciranno a ottenere un finanziamento almeno pari alla metà dell’importo complessivo previsto per la propria realizzazione potranno beneficiare di un contributo da parte dell’Amministrazione per la restante parte non coperta, fino a un importo massimo di 50 mila euro per ogni singolo progetto.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone