Area euro in crisi, l’Italia tra le peggiori

No arrivano buone notizie per i i Governi degli Stati membri dell’Unione Europea. L’economia rallenta e la crescita nell’area euro latita. Tra le peggiori della classe Roma che rimane ferma, un immobilismo preoccupante.

Secondo Trimestre: i dati Eurostat

A fotografare il quadro economico è Eurostat. Secondo l’istituto di statistica cui nel secondo trimestre il Pil complessivo dell’Unione valutaria ha segnato una crescita dello 0,3% rispetto ai 3 mesi precedenti, a fronte del più 0,5% segnato nel primo trimestre.

Maglia nera all’Italia. Eurostat osserva che, nel secondo trimestre, il Pil italiano non ha segnato aumenti rispetto ai precedenti 3 mesi.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone