Il sindaco Pugliese e la comunità di Crotone “abbracciano” la comunità di Amatrice. Concerto e cena solidale, a favore delle zone colpite dal terremoto

funerali a amatriceQuasi trecento morti e le scosse continuano nelle zone terremotate di Amatrice e Accumuli. Eventi che negli ultimi anni si stanno verificando di continuo ed ogni volta, a funerali fatti, ci si interroga del perché non sono stati fatti, o sono stati fatti mali, gli interventi anti tellurici nelle zone ad alto rischio nonostante fossero stati finanziati i lavori. Ma di questo sembra se ne stia interessandola Magistratura per quanto riguarda Amatrice.

Al momento c’è da mettere in essere tanta solidarietà nei confronti dei cittadini delle zone terremotate.

Il sindaco Ugo Pugliese ha telefonato al sindaco di Amatrice, uno dei comuni più colpiti dal terremoto per manifestare la solidarietà della comunità di Crotone ed informalo della iniziativa di solidarietà che si sta organizzando a favore delle popolazioni colpite dal sisma.

Le parole del sindaco Pugliese esprimono tutta la solidarietà della comunità cittadina:

“stamane ho avuto il piacere di parlare telefonicamente con il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi. Una telefonata sussurata, delicata e emozionante, l’ho “abbracciato” manifestando la mia vicinanza, e anche quella della città, e la nostra fraterna solidarietà.

È straziante fermarsi a pensare, anche solo un momento, da uomo e da sindaco, che un paese, insieme al suo popolo, sia stato raso al suolo dalla furia della natura.

L’ho informato dell’iniziativa di solidarietà che la città di Crotone il prossimo 3 settembre proporrà a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto e in particolar modo Amatrice.

Concerto e cena solidale, a favore delle zone colpite dal terremoto. L’amatriciana sarà il piatto tipico della serata per sostenere e preservare l’identità culturale di un popolo.

Invito i cittadini di Crotone a partecipare uniti e solidali alla iniziativa del prossimo 3 settembre in piazzale Ultras”

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone