Avola, calci e pugni tra figli davanti salma padre morto. Sette denunciati

Succede anche nelle buone famiglie. Accade di litigare al funerale del caro estinto. Ma una maxi rissa non avviene tutti i giorni. Per giunta, come riferiscono i media siciliani, con tanto di Carabinieri (quelli di Avola) costretti a denunciare 7 persone per rissa e lesioni personali.

Lite tra fratelli

La discussione sarebbe nata sull’eredità del padre morto da poche ore. E’ successo mentre era in corso la veglia funebre, proprio davanti alla salma dell’uomo che ha lasciato la propria eredità ai figli. A quanto si apprende già nelle scorse settimane la decisione aveva fatto nascere forti discussioni. Nella notte la tensione si è acuita all’interno della famiglia al punto che prima con le parole e poi con calci e pugni, sia dentro l’abitazione che in mezzo alla strada è successo di tutto.

Feriti medicato al “Di Maria”

I Carabinieri, giunti in contrada Piana di Renzo, hanno trovato una folla di persone e, riversi per terra con lievi ferite, un uomo e 2 donne. Le 7 persone coinvolte nella lite sono state medicate al pronto soccorso dell’ospedale “Di Maria” di Avola per ferite guaribili in 10 giorni.

Condividi su:Share on Facebook3Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone