Sequestrato un arsenale di armi della ‘ndrangheta di Cutro. Il custode era un imbianchino

I Carabinieri hanno sequestrato: un Kalashnicov, 4 fucili, una carabina da caccia grossa, 7 pistole semiautomatiche calibro 9, nuove e con matricola abrasa- con oltre 500 cartucce di vario calibro.

E’ il bilancio dell’operazione dei militari dell’Arma di Crotone che ha portato al sequestro di un arsenale di armi della ‘ndrangheta di Cutro.

A custodire l’arsenale, un insospettabile imbianchino incensurato di Cutro, arrestato per ricettazione e detenzione illegale di armi e munizioni da guerra.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone