Taranto, omicidio di Mario Reale due persone sotto torchio

Potrebbe esserci la svolta nelle indagini sull’omicidio di Mario Reale, 54 anni, detenuto in semilibertà ucciso mercoledì a Taranto. Un’auto incendiata, risultata rubata, è stata trovata; non si esclude che possa essere stata usata dai killer per allontanarsi dal luogo dell’omicidio. Interrogati 2 uomini e sottoposti allo stub (test per stabilire l’eventuale uso di armi da fuoco).

Il movente, forse legato a contrasti nell’ambito dello spaccio di droga. Anche il figlio della vittima, rimasto ferito nell’agguato, è stato ascoltato come testimone.

Condividi su:Share on Facebook2Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone