UE e Home banking: i nostri conti sono sempre più sicuri

Le tendenze cambiano con il passare del tempo e l’alternarsi di nuove possibilità: un concetto che si rivela attuale soprattutto in un momento in cui la nostra società sta conoscendo una profonda evoluzione tecnologica e informatica che, sempre più spesso, vede i servizi trasferirsi dall’analogico al digitale. Questa velocità di trasformazione, però, non si è limitata ad avere una grossa influenza sulle tecnologie e sui servizi stessi, ma anche sui consumatori, sempre più spesso animati da una tendenza più flessibile, che li porta a migrare da un servizio all’altro con estrema facilità. Si tratta di un comportamento di consumo dettato dall’importanza che i clienti danno alla qualità del servizio, sul quale possono informarsi sul web e, dunque, sfruttare le esperienze di chi quel servizio l’ha già provato. Un cambiamento davvero forte rispetto al passato, quando le persone erano riluttanti a provare le novità nei vari settori.

Servizi che cambiano, nella forma e nel colore: l’Home banking

La digitalizzazione dei processi ha portato alcuni servizi molto importanti verso la via del web: una soluzione che ha semplificato la vita sia delle aziende e degli enti, che dei clienti. Un esempio clamoroso di ciò è proprio l’Home banking: sono infatti tantissimi gli italiani che hanno scelto di abbandonare le banche tradizionali e di aprire un conto corrente online presso istituti come Hellobank, che grazie alla completa assenza di filiali hanno reso spostato tutto il processo nel mondo online, con enorme risparmio di tempo e di denaro. Eppure, nonostante questo, sono comunque ancora numerose le persone che non si fidano dei nuovi sistemi digitali, che rimangono ancorate alle vecchie abitudini perché temono che qualche furbetto della rete possa mettere le sue mani su dati sensibili e conti bancari. È vero che gli hacker sono una piaga da temere, così come è vero che i conti online stanno diventando sempre più blindati e inattaccabili.

Bankitalia ed EBA contro le truffe online

L’Europa e l’Italia unite contro le truffe online. Questo è quanto emerge dai piani legislativi messi in pratica dall’EBA (European Authority Bank) e Bankitalia, che stanno regolamentando il settore dei pagamenti online puntando tutto sul fattore sicurezza. Nello specifico, le banche dovranno tassativamente adottare nuove misure di controllo sui tentativi di log-in negli account e nei conti, puntando sull’attuazione di avanzati sistemi di protezione informatica durante la fase di verifica dell’identità del cliente. Lo scopo è ovviamente quello di rendere impenetrabili gli account bancari, non solo da Pc ma anche da Smartphone dato che i cellulari sono sempre più spesso utilizzati per accedere ai conti. E la sicurezza è solo uno dei tanti vantaggi offerti dall’home banking: i conti online sono infatti più economici, dato che le banche possono risparmiare sui costi degli sportelli. E spesso vi è anche la possibilità di usufruire di benefit, come i buoni regalo erogati da società partner.

Gli altri servizi digitalizzati

L’home banking è in buona compagnia, per quanto riguarda la digitalizzazione dei servizi. Anche un servizio tradizionalmente erogato face-to-face come quello delle assicurazioni ha scelto di digitalizzarsi, insieme all’informatizzazione dell’INPS. Appare naturale, dunque, che tutti i servizi più importanti stiano migrando sempre più spesso verso il web, nel tentativo di adeguarsi alle tendenze del futuro.

CryptoCard_two_factor

9 su 10 da parte di 34 recensori UE e Home banking: i nostri conti sono sempre più sicuri UE e Home banking: i nostri conti sono sempre più sicuri ultima modifica: 2016-05-24T17:03:37+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone