Roma, all’Infernetto arrestati gli inquilini di un’intera palazzina

Sono stati arrestati per furto di energia elettrica. In manette sono finite 14 persone: 9 romeni, 3 senegalesi e una coppia di indiani. Il quindicesimo arresto è scattato per il padrone del palazzo un romano di 81 anni Pure per lui arrestato per furto di corrente, ma nella sua attività commerciale, una rivendita di materiali edili nelle vicinanze.

I Carabinieri di Ostia hanno ricevuto una segnalazione che in via Gaspare Scuderi, civico 96, nessuno pagava le bollette dell’energia elettrica. Così hanno sollecitato un controllo. Ai tecnici dell’Acea è bastato aprire il contatore per accertare il raggiro. Era stato manomesso per non far filtrare consumi. Dopodiché i controlli si sono spostati nell’attività del padrone del palazzo dove è stata trovata l’altra sorpresa. Le manette sono scattate per tutti.

Gli arresti sono stati convalidati dal giudice Corrado Cappiello. Il contatore di via Scuderi era unico e intestato alla moglie del proprietario della palazzina che da tempo affittava minialloggi, per lo più in nero, comprensivi di affitto e consumi. “Non sapevamo nulla del contatore manomesso” si sono difesi gli imputati.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone