“Buon Compleanno Comune di Bologna”, gli appuntamenti di domenica 15 maggio

15 maggio 1116 – 15 maggio 2016
Buon Compleanno Comune di Bologna
“CONCIVES 1116 – 2016 Nono centenario del Comune di Bologna”

Il 15 maggio di novecento anni fa nasceva il Comune di Bologna. In quella data infatti l’Imperatore Enrico V emise un atto per riconoscere ai Bolognesi una serie di prerogative che di fatto legittimano il loro diritto di autogestione rispetto all’Impero. Il Diploma di Enrico V, datato 15 maggio 1116 è pertanto tradizionalmente considerato la base di legittimazione della nostra organizzazione comunale.

Domenica 15 maggio, in una città particolarmente piena di vita grazie alla Strabologna, per celebrare il suo nono centenario il Comune di Bologna organizza una giornata di festa nell’ambito di “CONCIVES 1116-2016 Nono centenario del Comune di Bologna”.

Per l’occasione l’accesso alle collezioni permanenti dei Musei dell’Istituzione Bologna Musei sarà gratuito così come alle mostre organizzate appositamente nell’ambito di CONCIVES. L’Istituzione Biblioteche terrà aperte la maggior parte delle proprie sedi con iniziative immaginate ad hoc in ogni quartiere. La Fondazione Cineteca proietterà gratuitamente dalle 17.45 film e documentari su Bologna.

A conclusione della giornata “Bologna, 900 e duemila”, l’evento urbano di Teatri di Vita ideato da Andrea Adriatico per CONCIVES.

Il 15 maggio è la data più significativa per il percorso di iniziative culturali che ha preso avvio a inizio 2016 e che si concluderà alla fine dell’anno. Il 7 febbraio scorso la Nona Sinfonia di Beethoven, eseguita dall’Orchestra del Teatro Comunale ha dato il via alle celebrazioni che hanno in seguito visto la narrazione dei nove secoli trascorsi durante le seguitissime conferenze “I Novecento anni secolo per secolo” tenute nella Sala dello Stabat Mater della Biblioteca dell’Archiginnasio – disponibili online sul sito nonocentenario.comune.bologna.it – e che, insieme a “Bologna: la sua storia e le sue trasformazioni urbane dalle origini ai nostri giorni” il ciclo di seminari sotto forma di racconti illustrati organizzati da Urban Center Bologna, Ordine degli Architetti di Bologna e Ordine degli Ingegneri di Bologna, hanno già raggiunto un pubblico di circa 2500 persone.
Inoltre, il Nono centenario è stata l’occasione per inaugurare nuovi servizi per una maggiore accessibilità e fruizione del patrimonio artistico-culturale della città e, proprio in quest’ottica, sono state attivate la nuova app di Bologna Agenda Cultura e la nuova Card Musei metropolitani di Bologna, in vendita presso Bologna Welcome Point in Piazza Maggiore, il Teatro Anatomico dell’Archiginnasio e nei seguenti musei dell’Istituzione Bologna Musei: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna e Museo Morandi, Museo Civico Archeologico, Museo Civico Medievale, Collezioni Comunali d’Arte, Museo internazionale e biblioteca della musica, Museo del Patrimonio Industriale e Museo civico del Risorgimento.

Il programma del 15 maggio

I Novecento anni secolo per secolo, le radici del futuro: la X conferenza.

I nove appuntamenti de “I Novecento anni secolo per secolo” hanno affrontato la storia della città, raccontando in maniera affascinante e dettagliata il passato di Bologna. Domenica 15 maggio alle 11 – sempre allo Stabat Mater – il sociologo Marzio Barbagli affronterà il tema del cambiamento, con la conferenza “All’inizio del nuovo secolo: come sta cambiando Bologna”.
Barbargli farà un quadro delle tendenze per il futuro della nostra città: come cambia la composizione della popolazione e la sua distribuzione sul territorio? Come si formano e trasformano le famiglie? Quali le conseguenze dei mutamenti dal punto di vista dell’integrazione, della fiducia negli altri, dello spirito civico e della partecipazione politica? Il professore, interrogato da giovani studiosi, risponderà a questi e altri numerosi quesiti.
A conclusione della “Decima conferenza” e subito dopo le premiazioni della Strabologna verrà svelata la lapide a ricordo della giornata, nel Cortile d’Onore di Palazzo d’Accursio, alla presenza del Sindaco. Sempre a Palazzo d’Accursio, verrà inaugurata la piccola esposizione di fotografie d’epoca della città tratte dall’Archivio Fotografico della Cineteca di Bologna e collocate all’interno delle ex-bacheche per le pubblicazioni di matrimonio.

Musei, collezioni gratuite, mostre ed iniziative speciali

L’Istituzione Bologna Musei, oltre ad aprire gratuitamente le proprie collezioni permanenti, propone numerose iniziative.

Alle ore 17 al Museo Civico Medievale verrà presentato il catalogo della mostra “Bologna 1116. Dalla Rocca imperiale alla città del Comune” e, a seguire, verrà svelata la lapide commemorativa all’ingresso della Sala 3 che ospita i resti della Rocca imperiale e la mostra dedicata al Nono centenario.
Oltre alla mostra del Museo Medievale, quattro sono le mostre già inaugurate, organizzate nell’ambito di CONCIVES e che si potranno visitare il 15 maggio: “Dieci parole per Bologna. Nove secoli di vita comunale” e “1874: diavoli neri al Pontelungo. La fallita insurrezione anarchica di Bologna nei documenti dell’Archiginnasio” alla Biblioteca dell’Archiginnasio, “Il segno inciso di Giorgio Morandi. Matrici e stampe a confronto” al Museo Morandi e per finire “Dall’Archivio fotografico Aldini-Valeriani (1865-1965)” al Museo del Patrimonio Industriale.
Alle h 11 si svolgerà una visita guidata al Museo per la Memoria di Ustica, luogo che l’artista francese Christian Boltanski ha creato per la città in ricordo delle vittime della tragedia di Ustica. A partire dalle h 15 il percorso “Fasti bolognesi. Storie della città sulle pareti della Sala Farnese” si svolgerà alle Collezioni Comunali d’Arte di Palazzo d’Accursio e alle ore 16 si terrà la visita “I Bargellini. Storia di una famiglia senatoria e del Senato bolognese (XVI-XVIII secolo)” presso il Museo Davia Bargellini – per l’occasione aperto dalle h 9 alle 18.30. Tutti gli altri musei dell’Istituzione osserveranno il consueto orario di apertura. MAMbo e Museo Morandi saranno aperti dalle 12 alle 20, il Museo per la Memoria di Ustica dalle 10 alle 18, mentre il Museo Civico Archeologico, il Museo Civico Medievale, le Collezioni Comunali d’Arte e il Museo internazionale e biblioteca della musica dalle 10 alle 18.30. Il Museo del Patrimonio Industriale sarà visitabile dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 ed il Museo civico del Risorgimento dalle 9 alle 13.

L’omaggio della Cineteca di Bologna
A partire dalle 17.45, la Cineteca di Bologna propone un omaggio alla città con l’iniziativa “Un quèl. Qualcosa di Bologna”, proiezioni gratuite al Cinema Lumiére: le immagini di Bologna attraverso tutto il Novecento, dalle vedute degli anni Dieci al corto lunare girato dai fratelli Bertolucci per Italia ’90. La folla che segue in corteo dalla stazione alla Certosa la salma di Guglielmo Marconi nel 1937, i carri armati in Piazza Maggiore nel 1943, la città che si riorganizza nel dopoguerra. E molto altro ancora. Introduce le proiezioni il regista Giorgio Diritti che sta lavorando ad un documentario sui 900 anni della nostra città.
Per l’occasione, presso ilCameo, il nuovo punto ristoro in Piazzetta Pier Paolo Pasolini, davanti al Cinema Lumière, si potranno assaggiare specialità e vini della tradizione bolognese alla CINECENA, proposta ad un prezzo speciale per l’occasione.

L’evento Urbano di Teatri di Vita
“Bologna, 900 e duemila” regia di Andrea Adriatico
Al centro della giornata di festa è il teatro contemporaneo con “Bologna, 900 e duemila”, un progetto ideato e diretto da Andrea Adriatico per Teatri di Vita e disseminato in alcuni luoghi del centro storico. Tre scrittrici della nostra città, Milena Magnani, Grazia Verasani e Simona Vinci, sono state invitate a riflettere su Bologna contemporanea e la sua memoria. Ne sono venute fuori tre opere, totalmente autonome, che interrogano il senso dell’essere “concives” dopo 9 secoli di storia.
A partire dalle h 20, “Porta della Rocca Ostile” di Simona Vinci alla Scalinata del Pincio, alle h 21 “Bo Bohème” di Grazia Verasani al Giardino del Guasto e alle h 22 “Per amor del cielo” di Milena Magnani sarà alla Torre degli Asinelli. Interpreti sono alcune tra le maggiori artiste della nostra città: Anna Amadori, Rossella Dassu, Olga Durano, Angela Malfitano, Francesca Mazza, Eva Robin’s, Carolina Talon Sampieri, Selvaggia Tegon Giacoppo. “Bologna, 900 e duemila” si offre come riflessione sulle “cuciture” in atto e in potenza tra passato, presente e futuro, nella nostra città, sospesa tra un 900 ancora infinito e un 2000 che deve ancora venire, con uno sguardo-dedica a un maestro teatrale, Leo De Berardinis (che nel 1987 portò a teatro “Novecento e mille”). Un inedito affresco che si pone di fronte ai cittadini come occasione di pensiero sul senso di essere “concives”, in un rinnovato spazio del teatro come agorà del XXI secolo. Dal debutto del 15 maggio l’evento resterà in replica per un intera settimana, fino al 22 maggio. La produzione è di Teatri di Vita con la collaborazione del Teatro Comunale di Bologna e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

Le prossime iniziative
Il programma di CONCIVES proseguirà per tutto il 2016 con nuove mostre, spettacoli, cicli di incontri, proiezioni. Tra le occasioni più significative già annunciate, ad ottobre una trattazione scientifica dedicata alle origini del Comune di Bologna sarà affidata alla Lectio magistralis di Chris Wickham, uno dei più insigni studiosi del periodo precomunale e comunale delle città italiane. L’incontro si terrà nell’Aula Magna di Santa Lucia dell’Università di Bologna.

Festa delle Biblioteche
Anche le Biblioteche… faranno festa, durante la giornata si potrà assistere a letture, incontri e proiezioni in tutti i quartieri della città.

Biblioteca Salaborsa organizza una visita guidata agli scavi archeologici con i bibliotecari – alle 15.15 e alle 17.15 – e l’attività per ragazzi “Bologna di Selenite”, la città del mille raccontata ai ragazzi (dai 7 anni) con proiezione di immagini. La biblioteca sarà aperta dalle 15 alle 19 con tutti i servizi attivi.
Biblioteca dell’ Archiginnasio, oltre all’incontro delle 11 in Stabat Mater, sarà possibile visitare il Palazzo e partecipare alle due visite guidate alla mostra “Dieci parole per Bologna” organizzate alle 15.30 e 17.30 con la curatrice Paola Foschi. Gratuito per l’occasione l’ accesso al Teatro Anatomico.
In ogni quartiere una biblioteca sarà aperta

alla Biblioteca Pezzoli del Quartiere Reno verrà inaugura una sezione di libri in lingua straniera con la partecipazione dell’associazione Italia-Ucraina che ha donato gran parte dei libri in lingua ucraina. Verrà inoltre presentato un libro di poesie ucraine, alla presenza dell’autrice. Alla Biblioteca Tassinari Clò del Quartiere Porto-Saragozza la mostra “Quando le donne a Bologna…Volti e storie di ieri e di oggi” a cura dell’associazione culturale Spigolo Tondo verrà inaugurata alle 16. Al Quartiere Navile, Biblioteca Casa di Khaoula, all’interno del Festival BAUM (Bolognina Arti Urbane in Movimento) partecipa con la “Bibliocicletta”: partenza h 16 per arrivare in via Serra dove si svolgeranno letture animate rivolte a bimbi e ragazzi. Alle 16.30 la Biblioteca Luigi Spina del Quartiere San Donato-San Vitale propone “Il Pilastro … anche in Antartide”, il dott. Michele Impara, ricercatore ENEA e residente al Pilastro, racconterà l’anno vissuto nel 2006 presso la base italo-francese Concordia in Antartide. A Borgo Panigale dalle h 16, la biblioteca offrirà un’anteprima della “festa di compleanno” con una serie di iniziative per grandi e piccini. Al Savena, la Biblioteca Ginzburg propone sempre alle 16 “Ma quante storie queste torri! Racconti, misteri e giochi alla scoperta di Bologna”, animazione con laboratorio a cura di Anna Paola Carrino per bambini da 4 a 8 anni, ingresso gratuito con prenotazione.

Le visite guidate
Per gli amanti della storia e delle curiosità di Bologna il 15 maggio sarà l’occasione per partecipare alle visite guidate organizzate appositamente dalle associazione di guide turistiche. Il programma prevede alle 9 e alle 19 la visita “Le sedi del Governo cittadino”, alle 15.30 “Una Piazza, un Santo, una Basilica” a cura di A.C.Prima Classe e alle 9.45 la visita “Buon compleanno Bologna!” a cura di G.A.I.A. Le visite sono a pagamento e richiedono la prenotazione, è possibile trovare tutte le informazioni su nonocentenario.comune.bologna.it e su bolognagendacultura.it.

CONCIVES 1116 – 2016. Nono centenario del Comune di Bologna
si svolge Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica

www comune.bologna.it
www.bolognagendacultura.it
www.nonocentenario.comune.bologna.it

9 su 10 da parte di 34 recensori “Buon Compleanno Comune di Bologna”, gli appuntamenti di domenica 15 maggio “Buon Compleanno Comune di Bologna”, gli appuntamenti di domenica 15 maggio ultima modifica: 2016-05-12T16:11:27+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone