Vicenza Jazz, il Power Trio al Teatro Comunale lunedì 9 maggio

Passato il weekend inaugurale, l’edizione 2016 del festival New Conversations – Vicenza Jazz si prepara a vivere una nuova intensa settimana. Ad aprirla, lunedì 9 maggio al Teatro Comunale (ore 21), ci penserà il Power Trio, band che allinea sul palco David Murray (sax), Geri Allen (pianoforte) e Terri Lyne Carrington (batteria). Davvero un trittico di rara potenza, una all star che pone sotto i riflettori l’aspetto più dinamico del jazz afro-americano.
Il Bar Borsa Jazz Café Trivellato prosegue nella sua programmazione di seconda serata (alle ore 22) con uno stimolante incontro tra il trio del pianista Alessandro Lanzoni e il sassofonista Ben Wendel: uno dei più interessanti esponenti della new wave jazzistica italiana spalla a spalla col fondatore di una band di culto come i Kneebody (con loro ci saranno Matteo Bortone al contrabbasso ed Enrico Morello alla batteria).
Musica e recitazione si fonderanno in Cantami Orfeo, che andrà in scena allo spazio AB23 a cura del Teatro del Lemming (ore 21 e ore 22).
Il festival New Conversations – Vicenza Jazz 2016 è organizzato dal Comune di Vicenza, Assessorato alla Crescita, e dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, in coproduzione con Trivellato Mercedes Benz e in collaborazione con il Bar Borsa.
Tre ‘forze della natura’ jazzistica: non per nulla David Murray, Geri Allen e Terri Lyne Carrington per questo loro recente progetto si sono battezzati Power Trio, nome che richiama alla memoria la potenza d’impatto di formazioni rock dall’alto virtuosismo strumentale. Di rock qui non c’è traccia, ma di fughe solistiche spericolate, di temi percorsi a velocità mozzafiato, di telepatia ritmica sì, eccome, pur muovendosi su un terreno musicale dove ancora si sente la tradizione sassofonistica della trinità formata da Lester Young, Coleman Hawkins e Ben Webster.
Classe 1955, nato e cresciuto in California, David Murray nel 1975 si trasferisce a New York, dove nel giro di pochi anni diventa uno dei personaggi simbolo del jazz più creativo. Iniziando da Cecil Taylor e Dewey Redman e continuando con Anthony Braxton, Don Cherry e Lester Bowie, Max Roach ed Elvin Jones, Murray accumula un impressionante numero di collaborazioni. Nel 1976 crea il World Saxophone Quartet, un gruppo per il quale l’aggettivo mitico è quasi riduttivo e che segna l’inizio dell’inarrestabile ascesa di Murray come leader. Nella sua musica si incrociano le vampate di Albert Ayler e gli ideali coltraniani, mentre l’estetica free entra in contatto con le musiche africane e, più di recente, con altri fermenti etnici.
Geri Allen si è affacciata sulla scena musicale newyorkese verso la metà degli anni Ottanta. Il movimento M-Base che ruotava attorno a Steve Coleman (col quale la Allen ha registrato diversi dischi) fu il suo trampolino. Iniziò quindi a proporsi come leader, incidendo anche in una formazione paritetica con Charlie Haden e Paul Motian. Le sue collaborazioni, che spaziano da Ron Carter a Tony Williams, Jack DeJohnette, Ornette Coleman, Betty Carter e Charles Lloyd, le hanno permesso di affermarsi definitivamente nel corso degli anni Novanta, imponendola come una delle principali esponenti del mainstream del decennio. Posizione di primato che la Allen ha conservato sino a oggi, coltivando sia uno stile più sperimentale e aggressivo che una vena lirica di insuperabile cantabilità.
Terri Lyne Carrington (nata nel Massachusetts nel 1965) è stata una delle prime donne a lasciare il segno nella storia della batteria jazz (e poi anche soul, blues, rock). Poco più che ventenne, suonava già con Stan Getz, James Moody, Lester Bowie, Pharoah Sanders, Cassandra Wilson. Nella seconda metà degli anni Ottanta fa parte della band di Wayne Shorter, mentre nel decennio successivo entra nella corte di Herbie Hancock, dove ha modo di sfoderare il suo lato più funky. A questa precoce maturità fa seguito poi la creazione di diversi gruppi come leader. Tra questi spicca il Mosaic Project: band tutta al femminile che nella sua prima versione (2011) si avvaleva delle voci di Dee Dee Bridgewater, Cassandra Wilson, Dianne Reeves. Nel 2015 questo gruppo è tornato alla ribalta con un nuovo cast, sempre rigorosamente en rose.

L’assegnazione del Top Jazz 2013 come miglior nuovo talento dell’anno ha definitivamente consacrato Alessandro Lanzoni tra le giovani leve del jazz italiano. Ma il musicista fiorentino, classe 1992, è stato sin dall’adolescenza un piccolo prodigio del pianoforte: se ne sono accorti anche all’estero, visto che ha strappato gli elogi di un decano della critica jazz come Ira Gitler e che nel 2010 a Parigi si è aggiudicato il concorso internazionale “Martial Solal” come “Best Young Soloist”. Guardano al di là dei confini italiani anche le sue collaborazioni (Lee Konitz, Ralph Alessi, Aldo Romano, Kurt Rosenwinkel, Aaron Goldberg), mentre nel panorama nazionale lo si è ascoltato assieme a Roberto Gatto, Fabrizio Bosso, Renato Sellani, Francesco Cafiso…
Dai suoi promettenti inizi, quando nel 2006 vinse il concorso “Massimo Urbani”, Alessandro ha fatto parecchia strada, documentata da una serie di registrazioni discografiche prima per l’etichetta Philology e ora per la CAM Jazz.
In questo contesto ben si inquadra la collaborazione col sassofonista canadese (ma cresciuto in California) Ben Wendel, che a Vicenza si aggiungerà alla line up stabile del trio di Lanzoni. Wendel è noto soprattutto come membro fondatore dei
Kneebody, ma ha suonato anche con Snoop Dogg, Taylor Eigsti e Tigran Hamasyan.

Informazioni:
Teatro Comunale di Vicenza
Viale Mazzini, 39 – Vicenza
tel.: 0444 324442
e-mail: vicenzajazz@tcvi.it
e-mail: biglietteria@tcvi.it
web: www.vicenzajazz.org; jazz.tcvi.it
web: www.jazz.trivellato.it

Direzione artistica: Riccardo Brazzale
Ufficio Stampa: Daniele Cecchini
cell. 348 2350217 e-mail: dancecchini@hotmail.com

Bar Borsa Jazz Café Trivellato:
informazioni e prenotazione tavoli tel. 0444 544583 info@barborsa.com
BIGLIETTI
Teatro Comunale:
intero: 18 euro + d.p.
ridotto*: 15 euro + d.p.
*ridotto valido per giovani fino ai 30 anni, over 65, associazioni culturali musicali, Touring Club Italiano, dipendenti Comune di Vicenza, abbonati TCVI

PREVENDITE
– biglietteria del Teatro Comunale (dal martedì al sabato, ore 15-18:15).
La biglietteria risponde al telefono negli stessi giorni di apertura dalle 16 alle 18.
– on line: www.tcvi.it
– sportelli della Banca Popolare di Vicenza
– giorno dello spettacolo: alla biglietteria del teatro da un’ora prima dell’inizio del concerto (senza diritto di prevendita)

INGRESSO LIBERO
Bar Borsa
Laddove non diversamente specificato

AB23 / Teatro del Lemming
Lo spettacolo prevede l’accesso di 20 spettatori a replica
Prenotazione obbligatoria: tel.: 327 3952110
Lo spettatore è invitato a portare con sé una
coperta
Biglietto unico: 15 euro.

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza Jazz, il Power Trio al Teatro Comunale lunedì 9 maggio Vicenza Jazz, il Power Trio al Teatro Comunale lunedì 9 maggio ultima modifica: 2016-05-05T02:57:22+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento