#IDFOOD: Nuove identità del cibo, nuovi modi di coltivarlo, interpretarlo, mangiarlo nell’era di internet”

Si terrà Venerdì 29 aprile 2016, presso la facoltà di Agraria, nella sede di Macchia Romana dell’Università degli studi della Basilicata, “#IDFOOD: Nuove identità del cibo, nuovi modi di coltivarlo, interpretarlo, mangiarlo nell’era di internet” (#IDFood consiste in un racconto collettivo focalizzato sull’impatto che INTERNET ha sul FOOD SYSTEM).

“Nella notte tra il 29 e il 30 aprile del 1986 l’Italia, per la prima volta, si è connessa ad Internet: il segnale, partito dal Centro universitario per il calcolo elettronico (CNUCE) di Pisa, è arrivato alla stazione di Roaring Creek, in Pennsylvania. Quella prima connessione era la fine del progetto di un gruppo di pionieri; ed è stato l’inizio di una storia nuova.

Trenta anni dopo, il 29 aprile fino a notte, – spiegano i promotori dell’iniziativa lucana all’Unibas – in tutto il territorio nazionale si organizzeranno vari eventi che daranno vita all’Italian Internet Day: per ricordare le gesta di chi ci ha creduto per primo; e per prendere da lì tutto lo slancio necessario a chiudere la partita iniziata allora. In un momento particolarmente delicato per la nostra regione, a un anno esatto dall’apertura di EXPO2015, noi festeggeremo così il 30esimo compleanno di internet in Italia, all’interno dello straordinario programma dell’IID.

In Basilicata, con il gruppo di volontari dell’innovazione denominato “BasilicataSlurp” abbiamo organizzato un incontro di approfondimenti su come internet, la rete, la condivisione stiano cambiando il modo in cui aziende, consumatori e ricercatori si confrontano con il tema del cibo. Per farlo abbiamo tanti partner d’eccezione: l’Università della Basilicata, Seeds&Chips, l’evento internazionale dedicato alla food innovation (advisor scientifico CNR), la Provincia di Potenza, la Camera di Commercio di Potenza, Heroes, Lavoradio, l’IMAA CNR.

#idfood (dove ID sta per Internet Day ma anche per “Nuove identità del cibo, nuovi modi di coltivarlo, interpretarlo, mangiarlo in un’ottica che abbia un valore sociale forte e riconoscibile”) coinvolgerà tante scuole superiori:

• IIS “Einstein – De Lorenzo (4 I -Informatica-);

• IPSAR G. Fortunato di Potenza (professionale per l’agricoltura);

• IPSSEOA di Potenza (alberghiero);

• ISS Nitti di Potenza;

• ITC Da Vinci Potenza.

Come partecipare alla meravigliosa narrazione di #idfood?

Il 29 Aprile – prosegue la nota degli organizzatori – puoi venire a trovarci o seguirci nella diretta streaming che andrà in onda sul canale youtube “Meraviglia360”. Sarà sufficiente twittare con #idfood, partecipando così al racconto collettivo sui temi di Internet legati al cibo.

Ecco poche semplici indicazioni per partecipare attivamente all’esperimento:

1. Accedete a twitter con il vostro account e seguire l’utente @seedsandchips;

2. Se non avete un account twitter fatelo. È gratuito, semplice, divertente e vi consente di stare in contatto con il mondo come mai avreste potuto immaginare;

3. Nei giorni precedenti preparate del materiale fotografico e delle news sul tema di Internet applicato al Cibo;

4. Il 29 Aprile utilizzate gli smartphone e, se potete, portate una batteria di riserva! Ci sarà da lavorare 😉

5. Iniziate a twittare le foto che avete raccolto nei giorni precedenti, fotografate, fatevi selfie solitari o di gruppo, utilizzando gli hashtag #idfood.

Interagite e raccontate con i vostri tweet quello che accadrà il 29 Aprile. L’importante è che non dimentichiate di aggiungere l’hashtag #idfood.

I tre tweet che riceveranno più interazioni durante il livetweetting, riceveranno in premio 1 biglietto aperto per il “volo dell’angelo” e 4 biglietti per l’ingresso nel parco storico della grancia il giorno 1 maggio 2016″.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone