Modena, s’arrabbia per la birra ma il gestore non viola la legge

Esercenti pachistani hanno chiamato la Polizia municipale per sedare il giovane che voleva acquistare alcolici in via Bacchini. In occasione delle partite di calcio è vietato.

Non ne voleva sapere di rinunciare a due bottiglie di birra che intendeva acquistare in un supermarket di via Bacchini martedì 19 aprile alle 20.30 mentre allo Stadio Braglia, poco distante, era in corso la partita di calcio Modena Perugia. Ma allo stesso modo il gestore pachistano del negozio e il figlio non intendevano proprio contravvenire all’ordinanza che vieta di vendere e somministrare alcolici in concomitanza degli eventi sportivi e prevede sanzioni amministrative pesanti per chi viola il divieto; l’esercizio commerciale in questione ricade, infatti, nell’area interessata dall’ordinanza.

Ne è nato un alterco tra gestori e cliente, un diciottenne maghrebino, che ha portato il giovanissimo avventore a scagliare, in uno scatto d’ira, il tabellone dei gelati del negozio e il titolare pachistano a chiedere l’intervento della Polizia municipale di Modena. La pattuglia ha accompagnato il giovane, privo di documenti, al comando di via Galilei per l’identificazione, dove A.M, queste le iniziali del marocchino, è risultato clandestino sul territorio italiano e con piccoli precedenti. Il ragazzo è stato quindi denunciato per inosservanza alle regole in materia di immigrazione.

Durante la lite non erano presenti altri clienti nel negozio e nessuno è rimasto ferito.

Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone