Serie B 36.esima giornata, pareggio tra Crotone e Spezia. Palo di Budimir ad un minute dal termine. Al giocatore annullato anche un gol

un momento della partitaUn gol annullato a Budimir per presunto fallo dello stesso giocatore al momento di colpire il Pallone di testa, palo colpito sempre da Budimir ad un minute dal termine, i due eventi che hanno creato nella tifoseria rossoblù il massimo dell’emotività in un incontro piacevole anche se terminato a rete inviolate.

In sala stampa un sorridente e felice Di Carlo, come non esserlo avendo sconfitto il Cagliari nella precedente trasferta e pareggiato contro la capolista Crotone.

“Qualità, tecnica, agonismo, le armi della mia squadra per fare bene – è stata la prima affermazione del tecnico. Abbiamo meritato il pareggio e sarebbe stata una beffa se avessimo subito il gol ad un minute dal termine con l’azione di Budimir che ha colpito il palo. Ho dovuto rinunciare a tre importanti giocatori ma sono contento per come hanno giocato i sostituti. Complimenti al Crotone che sta meritando la serie A con un ottimo gioco e complimenti al pubblico che ha dimostrato di essere maturo per la massima serie. La partita di stasera va giudicata per il gioco che le squadre hanno espresso e non per il risultato finale”.

Dello stesso avviso è mister Juric a proposito della qualità del gioco.

“Una bella partita, sono contento di come la mia squadra ha giocato, da

squadra vera che merita il posto che occupa in classifica. Un Crotone strepitoso nel secondo tempo. Primo tempo con alcuni errori commessi dai miei giocatori che hanno favorite gli avversari. Palladino un giocatore di serie A che sa come comportarsi anche nei momenti difficili”.

Per il difensore Balasa, subentrato a Martella uscito per infortunio, il pareggio è il giusto risultato contro una grossa squadra.

“Non siamo riusciti a concretizzare l’ultimo passaggio e non abbiamo avuto la giusta cattiveria in area di rigore. Ci aspettavamo uno Spezia forte e così è stato. Merito nostro se non è andato oltre il pareggio”.

Un pareggio che lascia tutti contenti, anche il numerosissimo pubblico che ha sempre incitato il Crotone con sventolio di bandiere e canti dall’inizio alla fine. Nessuna delusion, quindi, per il mancato quinto successo casalingo di seguito. Merito anche allo Spezia, avversario di tutto rispetto. La squadra del tecnico Di Carlo si era presentato all’Ezio Scida senza gli squalificati Migliore (difensore), Errasti (centrocampista) e senza l’attaccante Calaio’. I tre giocatori sono stati sostituiti da Tamas, Juande, Okereke. La formazione scesa in campo non ha demeritato, ha lottato su ogni pallone per non abdicare dalla terza posizione. Mister Juric non ha operato nessun cambio ed ha confermato la formazione vittoriosa a Terni. Crotone in sofferenza nel primo tempo fin dall’inizio con il trio d’attacco Piccolo, Okereke, Catellani. Sulle fasce un ottimo Del Col in sovrapposizione con Piccolo ha sovente creato difficolta’ al portiere Cordaz che piu’ volte ha salvato la propria porta con ottimi interventi. Al quarto minuto dice no a Piccolo e due minuti dopo salva su Sciaudone dopo che questo aveva ricevuto il pallone da Okereke. Crotone presente in area avversaria in poche occasioni con Ricci al terzo minuto e con Palladino che non colpisce bene il pallone. Il gol il Crotone lo trova al minuto sedicesimo con Budimir di testa ma e’ annullato per fallo dello stesso giocatore sul difensore Terzi. Bene anche il reparto mediano dello Spezia con il trio Pulzetti, Juande, Sciaudone. Buon Crotone in difesa che ha, se pur con qualche affanno, evitato al proprio portiere di capitolare. Soffre Martella su Piccolo e mister Juric lo sostituis e con Balasa. Meglio il Crotone ad inizio ripresa ma poi tutto si normalizza nel prosieguo della partita. Qualche sbavatura in fase offensiva da parte di Ricci. Centrocampo sopra la sufficienza. Il successo dei rossoblu’ poteva scaturire negli ultimi minuti se il palo alla sinistra di Chichizzola non avesse respinto il pallone calciato da Budimir. Spezia meritevole della posizione in classifica, Crotone che non fa un dramma del mancato successo avendo giocato bene e con la solita aggressivita’.

Crotone   0

Spezia     0

Crotone(3-4-3): Cordaz, Garcia Tena, Claiton, Ferrari, Di Roberto, Barberis, Salzano, Martella (Balasa), Ricci (Stoian), Budimir, Palladino. All. Juric

Spezia(4-3-3): Chichizola, Del Col, Valentini, Terzi, Tamas, Pulzetti, Juande, Sciaudone, Piccolo (Ciurria), Okereke (Situm), Catellani (Calaio’). All. Di Carlo

Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata

Coll. Daniele Bindoni (Venezia) – Stefano Del Giovane (Albano Laziale)

Quarto giudice: Ivano Pezzuto di Lecce

Ammoniti: Catellani, Sciaudone, Juande.

Angoli: 3 a 2 per lo Spezia

Recupero: 1 e 4 minuti

Spettatori tot. 9.229 € 78.299, biglietti 5.623 € 62.666, abbonati 3.676 € 15.633

9 su 10 da parte di 34 recensori Serie B 36.esima giornata, pareggio tra Crotone e Spezia. Palo di Budimir ad un minute dal termine. Al giocatore annullato anche un gol Serie B 36.esima giornata, pareggio tra Crotone e Spezia. Palo di Budimir ad un minute dal termine. Al giocatore annullato anche un gol ultima modifica: 2016-04-15T23:21:35+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento