Roma, rassegna di teatro narrazione – Il dono della diversità X Edizione “La diversità del tempo”

La Rassegna di teatro narrazione Il dono della diversità, ideata da Alessandro Ghebreigziabiher e realizzata negli anni grazie alla collaborazione di Cecilia Moreschi, giunge nel 2016 alla decima edizione.
Alla base del lavoro svolto c’è stata fin dall’inizio la consapevolezza che la diversità non sia qualcosa di dovuto, che ci spetti di diritto, bensì, un regalo da conquistare. Un dono della natura, che ha nella diversità la sua più precisa connotazione.
La diversità è la realtà, non esiste roba uguale al mondo. Creature viventi o cose inanimate, l’uguaglianza è un’illusione. Siamo noi che dovremmo rendere alcune cose identiche, anche se non lo sono affatto. Come i diritti umani e le libertà civili, per dirne due a caso.
La diversità è un dono perché come tale va scartato. Bisogna rompere la carta, fare in pezzi la confezione, ovvero spazzare via le superficialità che ci dividono per scovare la vera ricchezza. In breve, noi tutti. E quale modo migliore esiste per incontrarci che raccontare e ascoltare storie?
Nel 2007 c’è stata la prima edizione, La diversità dei metodi narrativi.
Nel 2008 il filo conduttore deciso fu La diversità dei narratori ed è stato pubblicato un bando in varie lingue straniere, insieme anche ad alcuni dialetti nostrani, tra cui Napoletano, Calabrese e Romanesco. Hanno richiesto la loro partecipazione circa settanta artisti e compagnie da nord a sud, con spettacoli molto interessanti ed estremamente originali.
La terza edizione è stata dedicata a La diversità delle storie, storie vere, e si è svolta a giugno 2009.
La quarta ha avuto come tema La diversità delle notizie, giugno 2010. La quinta La diversità dei sogni, maggio 2011 e la sesta La diversità dell’amore, maggio 2012. La settima edizione ha avuto un titolo quanto mai attuale, La diversità della crisi, aprile 2013.
L’ottava è stata La diversità delle favole, aprile 2014 e la nona La diversità della paura, aprile 2015.
Per il 2016, è stato scelto quale tema il tempo, ovviamente non a caso.
La decima edizione, La diversità del tempo, avrà luogo a Roma, presso il Teatro Planet, dal 29 aprile all’8 maggio.
Di seguito il programma.

Rassegna di teatro narrazione – Il dono della diversità
X Edizione

La diversità del tempo

Dal 29 aprile all’8 maggio 2016

Teatro Planet
Via Crema, 14 – Roma

_________

Venerdì 29 aprile 2016 ore 21
Reading del racconto vincitore del Bando: Quante volte ho amato nella mia vita, di Martina Cacciavillani

A seguire: WOP – Quando gli italiani erano WithOutPassport, scritto, diretto e interpretato da Oriana Fiumicino, musiche scritte ed eseguite da Roberto Pentassuglia, testi scritti e cantati da Caterina Scoppetta.

_________

Sabato 30 aprile 2016 ore 21
Reading del racconto vincitore del Bando: L’amante, di Cristina Giuntini
A seguire: Quando, scritto, diretto e interpretato da Alessandro Ghebreigziabiher, con Cecilia Moreschi

_________

Venerdì 6 maggio 2016 ore 21
Reading del racconto vincitore del Bando: Come un bicchiere d’acqua, di Francesco Buscemi
A seguire: Tempi diversi, scritto e interpretato da I Diversi, regia di Alessandro Ghebreigziabiher

_________

Sabato 7 maggio 2016 ore 21
Reading del racconto vincitore del Bando: Tempi variabili, di Paolo Mogliazza

A seguire: Prima che finisca il tempo, scritto e interpretato da Daniele Barbieri, con Agata Marchi

_________

Domenica 8 maggio 2016 ore 17.30
Il cappellaio matto e la figlia di Alice (Spettacolo per bambini) con I Diversi e Cecilia Moreschi, scritto e diretto da Alessandro Ghebreigziabiher

Informazioni e prenotazioni:
www.rassegnateatrodinarrazione.it
www.ildonodelladiversita.org
ildonodelladiversita@gmail.com.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, rassegna di teatro narrazione – Il dono della diversità X Edizione “La diversità del tempo” Roma, rassegna di teatro narrazione – Il dono della diversità X Edizione “La diversità del tempo” ultima modifica: 2016-04-07T17:22:55+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento