Firenze, alle Murate una mostra con opere realizzate all’interno delle carceri toscane

L’Associazione volontariato penitenziario onlus di Firenze in collaborazione con il Cesvot, il Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria e con il patrocinio del Comune di Firenze, presenta la mostra di pittura conclusiva del progetto “Trompe l’Oeil. Schiudi l’arte e mettila da parte”, complosta da opere realizzate dai detenuti all’interno delle carceri della Toscana.
Il progetto ha voluto contribuire al miglioramento delle condizioni detentive, mediante l’attivazione, il consolidamento e la valorizzazione dei laboratori artistici interni.
La mostra si terrà il 22, 23 e 24 marzo presso lo spazio “Semiottagono” del Complesso delle Murate in Piazza Madonna della Neve. L’inaugurazione avverrà il 22 marzo alle 18.15 con un breve seminario di presentazione coordinato da Saverio Migliori dell’Associazione volontariato penitenziario onlus di Firenze, nel quale interverranno Giuseppe Martone, provveditore regionale dell’amministrazione penitenziaria della Toscana; Sara Funaro, assessore al welfare del Comune di Firenze; Eros Cruccolini, garante dei diritti dei detenuti del Comune di Firenze; Raoul Fiordiponti, vicepresidente delegazione Cesvot di Firenze, e Corrado Marcetti, direttore della fondazione Giovanni Michelucci.
L’ingresso alla mostra è gratuito e sarà possibile accedervi anche il 23 e il 24 marzo nella fascia oraria 15-20.
Le opere prodotte dai detenuti sono state valutate da una commissione formata da 9 membri: Sandro Bellesi, Benedetta Cappello, Franco Corleone, Ardo Kekezy, Corrado Marcetti, Giuseppe Martone, Alessandro Masetti, Serena Padovani e Francesco Petri. La commissione di esperti ha provveduto a selezionare le opere secondo quattro “fasce di qualità”, attribuendo in questo modo non solo un valore artistico, ma anche un valore economico di riferimento per eventuali donazioni che, in accordo con gli autori detenuti e/o le strutture penitenziarie di provenienza, saranno retroattivamente reinvestiti per la prosecuzione delle attività nei laboratori artistici.
La mostra ed il progetto sono stati realizzati in partnership con Cesvot; provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria; istituti penitenziari della toscana; istituto penale per minorenni “Meucci” di Firenze; ufficio servizi sociali per minorenni di Firenze; Accademia delle belle arti di Firenze; associazione italiana cultura e sport (aics); Comune di Firenze; conferenza regionale volontariato giustizia; fondazione Giovanni Michelucci; garante regionale dei diritti dei detenuti della regione toscana; garante comunale dei diritti dei detenuti di Firenze.
Per ulteriori informazioni si rimanda al sito internet: www.avpfirenze.org/trompeloeil dove dal 23 Marzo sarà possibile visionare le opere provenienti da tutte le carceri coinvolte nel progetto.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, alle Murate una mostra con opere realizzate all’interno delle carceri toscane Firenze, alle Murate una mostra con opere realizzate all’interno delle carceri toscane ultima modifica: 2016-03-20T02:57:13+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento