Roma, Giubileo nei primi 100 giorni in campo 2.250 tra operatori e volontari

Il bilancio dei primi 100 giorni della Protezione Civile di Roma Capitale per il Giubileo straordinario della Misericordia è positivo. La Protezione Civile di Roma Capitale ha impiegato 2.250, tra operatori e volontari, che hanno prestato servizio in tutti i luoghi interessati dagli eventi, in particolare nelle aree limitrofe alla Basilica di San Pietro, lungo i percorsi pedonali e i cammini giubilari oltre che nelle stazioni delle metropolitane e presso i principali snodi e stazioni ferroviarie.

Giubileo Protezione Civile

“Il nostro impegno – ha dichiarato il direttore dell’ufficio capitolino della Protezione Civile, Cristina D’Angelo – si è concretizzato in più fasi che hanno interessato i vari settori dell’ufficio, dalla pianificazione al coordinamento del volontariato, dal cartografico ai tecnici che hanno effettuato i sopralluoghi nei siti interessati. Queste fasi, antecedenti all’inizio del Giubileo, ci hanno permesso di mettere in campo il personale necessario all’assistenza, accoglienza, gestione del flusso e deflusso dei partecipanti alle singole funzioni. A supporto delle operazioni di coordinamento abbiamo inoltre messo a disposizione un camper e un posto di comando avanzato posizionato nei pressi della basilica di San Pietro, che ha ospitato anche la segreteria tecnica del Giubileo. In occasione dell’ostensione delle spoglie di San Pio da Pietrelcina e San Leopoldo Mandic inoltre, abbiamo allestito una tensostruttura riscaldata per l’assistenza dei partecipanti alla veglia di preghiera che si è svolta, nella notte del 4 febbraio, presso la chiesa di San Salvatore in Lauro. Per noi, il bilancio di questi primi 100 giorni è molto positivo. La gestione di un evento complesso, in termini di durata, numero dei partecipanti, organizzazione e coordinamento delle risorse impiegate, com’è il Giubileo della Misericordia, ci sta permettendo di testare la nostra forza e capacità operativa all’interno dell’Amministrazione Capitolina, ma anche all’esterno con tutti i rappresentanti istituzionali e il personale delle forze dell’Ordine, impegnati a vario titolo nella  gestione e nel coordinamento delle attività, con i quali quotidianamente stiamo registrando una fattiva e sinergica collaborazione”.

La Protezione Civile sottolinea poi che particolare attenzione è dedicata agli anziani e alle persone con disabilità e che il Punto Lis, progetto dedicato alle persone sorde, proseguirà anche oltre il Giubileo.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, Giubileo nei primi 100 giorni in campo 2.250 tra operatori e volontari Roma, Giubileo nei primi 100 giorni in campo 2.250 tra operatori e volontari ultima modifica: 2016-03-16T01:58:29+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento