Bassolino sfida Renzi: “Mi candido, è un atto d’amore e un mio dovere verso Napoli”

Antonio BassolinoEffetto Liguria per il Partito Democratico. Il Pd si spacca e rischia così di favorire il centrodestra. Antonio Bassolino lancia il guanto di sfida: si candida a sindaco. “Siamo in tanti, altro che fedelissimi. Tanti mondi della città. Siamo in questo teatro più o meno quanti tutti gli iscritti al Pd di Napoli”, aggiunge davanti a un teatro Augusteo gremito.

Antonio Bassolino sostiene che “a Napoli non c’è bisogno di guerre, abbiamo già una guerra terribile, quella con la camorra. Ragazzi napoletani di 14, 15, 16 anni, che sparano e uccidono altri ragazzi”.

L’ex sindaco attacca il partito di Matteo Renzi. “Un’opinione pubblica compatta come raramente succede è scandalizzata. Tutta l’opinione pubblica italiana chiede una cosa semplice: che si cancelli questa schifezza, questa offesa alla dignità di 30 mila persone e di tutta la città di Napoli” riferendosi alle contestate primarie.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bassolino sfida Renzi: “Mi candido, è un atto d’amore e un mio dovere verso Napoli” Bassolino sfida Renzi: “Mi candido, è un atto d’amore e un mio dovere verso Napoli” ultima modifica: 2016-03-12T12:27:06+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone