Roma, raccolta differenziata: arriva il porta a porta all’Esquilino, via i cassonetti

Ama informa: nuovo impulso alla raccolta differenziata all’Esquilino. Qui si passa su vasta scala al sistema porta a porta “spinto” in cinque frazioni: organico, vetro, carta e cartone, multimateriale “leggero”, materiali non riciclabili. Via i cassonetti dalle strade (ne sono stati rimossi già circa 80: 20 per la carta, 20 per il multimateriale e 40 per il non riciclabile), d’ora in poi la raccolta si fa con i “bidoncini condominiali”, svuotati in giorni e orari prestabiliti da personale Ama che accede direttamente alle “pertinenze condominiali” come già avviene in centro storico. Diverso il discorso per le utenze non domestiche (ristoranti, bar, negozi, attività varie): qui il servizio “viene ricalibrato in funzione delle esigenze specifiche legate alla tipologia di utenza”.

Le strade da cui sono stati tolti i vecchi cassonetti: via Carlo Alberto, via Napoleone III, via Merulana, piazza di Santa Maria Maggiore, largo Brancaccio, via Leopardi e altre. “Complessivamente”, precisa Ama, “sono circa 9.400 i cittadini e 245 le utenze commerciali del quartiere interessati dalla nuova raccolta a domicilio”. Residenti e commercianti sono stati informati delle novità “anche attraverso la distribuzione di materiali informativi in italiano e in varie lingue straniere (cinese, arabo, bengalese ecc.). Ama prevede “benefici per il decoro” e “incremento dei materiali da avviare a riciclo”.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone