A Trento Sud i poli sociali cercano volontari per far crescere nuovi talenti

Nel film Ti va di ballare? Antonio Banderas, insegnante di ballo, introduce la sua disciplina come materia del doposcuola in un istituto disagiato, con risultati sorprendenti. Prendendo come spunto quest’idea, il polo sociale Oltrefesina-Mattarello e la Cooperativa La Bussola cercano adulti e giovani che abbiano voglia di mettersi in gioco per trasmettere una loro passione a bambini e ragazzi, offrendo loro una proposta di apprendimento e crescita parallela all’esperienza scolastica.

Un’operatrice si occuperà di reclutare, monitorare e sostenere i volontari da coinvolgere nel progetto, la cui mission è quella di aiutare bambini e ragazzi a trovare una passione da coltivare. Le passioni, infatti, sono un po’ come dei salvagenti: aiutano a trovare nuove amicizie, a scoprire le proprie caratteristiche ed abilità, a “stare a galla” quando le cose vanno male.

Chi cresce con delle passioni affronta le turbolenze dell’adolescenza meno disarmato di chi lo fa privo di interessi, relazioni e competenze. Le passioni sono degli anticorpi che si acquisiscono attraverso forme di contagio interpersonale: chi ama qualcosa, dall’uncinetto all’hip hop, è il migliore agente di contagio della sua passione.

Chi volesse offrire qualche ora del suo tempo per diventare un insegnante fuori dagli schemi può contattare Antonia (polo 4 – n. tel. 0461-889880) o Luisa (Cooperativa La Bussola – 0461 915055).

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone