Quarto d’Altino, evasione fiscale sequestrati 400 mila euro ad un cinese

laboratorio cineseL’orientale è stato “tradito” dalla passione per il gioco. Il cinese ha movimentato ingenti somme di denaro, anche presso diversi casinò italiani, ed ha acquistato auto di grossa cilindrata. Le indagini patrimoniali hanno evidenziato una forte sperequazione fra il reddito dichiarato dal cittadino straniero ed i beni acquistati, soprattutto in considerazione delle grosse somme di denaro che aveva speso in diverse case da gioco italiane.

Il sequestro di beni immobili per oltre 400 mila euro è stato eseguito dal Centro operativo Dia di Firenze, coadiuvato dal centro Operativo Dia di Padova, su disposizione del Tribunale di Venezia.

Il provvedimento è stato emesso a carico di un cittadino cinese, indagato per i delitti di contraffazione ed evasione fiscale, residente in provincia di Firenze. I due immobili sequestrati, di pertinenza del cittadino cinese, sono a Quarto d’Altino, nelle vicinanze dell’aeroporto di Venezia.

Condividi su:Share on Facebook3Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone