Sconfitto da un male incurabile, morto a 59 anni l’attore Umberto Bellissimo

Napoli in lutto per la scomparsa di uno dei maggiori caratteristi della scena partenopea. Umberto Bellissimo aveva iniziato con Eduardo De Filippo, prendendo parte ai fortunatissimi allestimenti di “Tre cazune furtunate” e di “‘Nu turco napulitano” di Eduardo Scarpetta, nel 1983.

L’attore aveva lavorato al fianco di Luca De Filippo, in spettacoli quali “Uomo e galantuomo”, “Lo scarfalietto” e “Don Giovanni” di Molière. Di Raffaele Viviani, nel 1990, interpretò “Guappo di cartone” per la regia di Armando Pugliese.

Umberto Bellissimo

Umberto Bellissimo è stato protagonista del teatro napoletano, da “Medea di Portamedina” di Mastriani, interpretata nel 1991 al fianco di Lina Sastri, a “Ce penza mammà” di Gaetano Di Maio, messa in scena nel 1995 con la regia di Giacomo Rizzo e la partecipazione dello stesso Rizzo e di una strepitosa Rosalia Maggio.

Interpretò Sarchiapone ne “La cantata dei pastori” nel 1998 al fianco di Peppe Barra. L’ultima apparizione nel 2012 nello spettacolo “Eduardo 110 e lode”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Sconfitto da un male incurabile, morto a 59 anni l’attore Umberto Bellissimo Sconfitto da un male incurabile, morto a 59 anni l’attore Umberto Bellissimo ultima modifica: 2016-02-09T18:38:33+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone