A Santa Maria Capua Vetere gli spacciatori utilizzano i baby corrieri

Le sostanze stupefacenti venivano occultate su persone o in veicoli utilizzando minori per eludere i controlli. I Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli, hanno eseguito numerosi arresti tra le province di Caserta e Napoli, in particolare nel Parco Verde di Caivano, piazza di spaccio del Napoletano.

L’ordinanza di custodia cautelare in carcere e al regime degli arresti domiciliari è stata emessa dal gip del Tribunale di Napoli. Tutti i destinatari sono indagati per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana.

Il traffico di droga venuto alla luce partiva dalla provincia di Napoli, in particolare da Caivano, e, attraverso dei corrieri, giungeva a destinazione.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone