Udine, il Comune premia i migliori giovani della scuola, sport e volontariato

“Il Comune è orgoglioso di questi giovani cittadini che promuovono il prestigio della città a livello nazionale e internazionale. Dobbiamo infatti essere molto orgogliosi di nostri giovani e dichiararlo senza mezzi termini. Ringrazio l’assessore Basana che ha saputo trovare le risorse perché questo premio avesse anche un contenuto tangibile. Un riconoscimento che siamo orgogliosi di poter attribuire ai nostri giovani perché possa aiutarli a coltivare le loro passioni”.

Con queste parole il sindaco di Udine, Furio Honsell, insieme con l’assessore comunale all’Educazione, Sport e Stili di Vita, Raffaella Basana, e Guido De Michelis, a cui è stata affidata la presentazione, ha salutato questa sera in sala Ajace a Udine i 18 premiati nelle tre categorie del “Premio Giovani – Giovani di Pre.Gio.”, il riconoscimento attribuito ai ragazzi e alle ragazze che si sono distinti nel corso dell’ultimo anno nel mondo della scuola, dello sport e del volontariato. Un modo per valorizzare il merito e le storie positive, di forte impegno personale o collettivo, di cui si siano resi protagonisti i giovani udinesi. La serata è stata allietata anche dal coro gospel del Liceo Marinelli.

“Abbiamo voluto istituire questo premio per valorizzare i numerosi giovani che quotidianamente in ambito scolastico, sportivo e del volontariato si distinguono con concrete azioni positive – ha sottolineato l’assessore Raffaella Basana –. È un modo per riconoscere l’operato di questi ragazzi e ragazze considerando le importanti ricadute positiva sulla città, e incoraggiarli e sostenerli nel proseguire con successo il proprio percorso formativo. Un’iniziativa che vuole rappresentare un’iniezione di fiducia in un momento di crisi economica e valoriale”.

Il premio, nel quale l’amministrazione comunale ha investito complessivamente 10 mila euro, prevedeva sei riconoscimenti per ciascun bando. I primi sei classificati negli ambiti della scuola, del volontariato e dello sport hanno riceuto un premio di 800 euro (primo premio), uno di 700 euro (secondo premio), due di 500 (terzo premio) e due di 250 euro (quarto premio). Le candidature avanzate da ciascun ente sono state esaminate da tre distinte commissioni composte da rappresentanti del Comune, del mondo della scuola, dell’associazionismo e dello sport.

Ma ecco i nomi dei premiati per ciascuna categoria.

Per quanto riguarda i casi di eccellenza, segnalati dai dirigenti scolastici di ciascun istituto, nelle scuole secondarie di secondo grado della città sono stati premiati: Fabio Zoratti per il liceo scientifico Marinelli (1° classificato), Yoo Yung Lee per l’Educandato Uccellis (2° posto), Margherita Nimis per il liceo classico Stellini e Giona Micossi sempre per il Marinelli (entrambi al 3° posto), Alberto Peccol per l’Itis Malignani e Massimo Gallini per l’Ipsia Ceconi (entrambi al 4° posto). Tutti i premiati, nel corso dell’anno scolastico 2014-2015, si sono distinti per risultati ottenuti in tornei o competizioni o per una partecipazione attiva alla vita della scuola o della comunità locale. Assegnata inoltre anche una menzione speciale a Giacomo Marcocig e Pietro Savonitto, proposti dal Conservatorio Tomadini per il lustro dato al Conservatorio stesso e alla città.

Un’altra sezione, invece, ha voluto premiare i giovani tra i 14 e i 29 anni che hanno saputo impegnarsi nei settori sociale, culturale, ambientale, dei diritti civili e delle attività innovative, della protezione civile, della solidarietà internazionale e di sostegno ai diritti umani e civili dei cittadini stranieri. Le candidature sono state proposte dalle associazioni culturali, di volontariato, di promozione sociale e dalle comunità di fedeli delle diverse confessioni religiose presenti a Udine. Ad aggiudicarsi i premi sono stati i giovani di “Get Up” (proposti dall’associazione Arci Nuova Associazione – primo posto), Angela Lovat (proposta dall’associazione Ospiti in arrivo onlus e dall’associazione All4Children – secondo posto). Al terzo posto si sono classificati Maria Grazia Bassi (proposta dall’associazione di volontariato “Udineaiuta onlus”) e Simone Spadarotto (proposto dall’associazione “Maria Saveria Lenoci”), mentre il quarto premio se lo sono aggiudicati Otu Agyei Oduro (proposto dall’ Unione delle Comunità ed Associazioni di Immigrati Friuli Venezia Giulia) e Nicola Petrucco (proposto dal Comitato Sport, Cultura, Solidarietà).

Ai casi di eccellenza capaci di distinguersi nel mondo dello sport è stata riservata infine la terza sezione con la finalità di valorizzare i giovani di età compresa tra i 14 e i 19 anni che si si sono dedicati con tenacia, entusiasmo e lealtà all’impegno sportivo. Le federazioni sportive, le discipline sportive associate e gli enti di promozione sportiva, in questo senso, hanno avanzato una o due candidature di singoli e di squadre che si siano dimostrati meritevoli nel corso della stagione sportiva 2014-2015. Ad essere premiati in questa categoria sono stati: Serena Nigris, su suggerimento della Federazione Italiana Nuoto e vincitrice del primo premio, il gruppo staffetta 4×100 (Riccardo Del Torre, Cristiano Giovanatto, Federico Rossi e Giovanni Basalisco) su proposta della Federazione Italiana Atletica Leggera (2° premio). Terzo premio andato invece a Martina Molinaro, nominativo suggerito sempre dalla Fidal, e a Michele Comuzzi (su proposta della Federazione Italiana Judo). Quarto premio, infine, a Pavlo Vasa (Federazione Italiana Pesistica) e Nicole Stroppolo (Federazione Ginnastica Italia Fvg).

Di seguito tutte le motivazioni dei premi.

PREMIO GIOVANI NELLA SCUOLA

Fabio Zoratti – lo studente è l’unico che si è distinto per un premio internazionale (Medaglia d’argento alle Olimpiadi di Fisica ottenuta a Mumbai), classificandosi 80^ al mondo; egli ha anche ottenuto ottimi risultati alle Olimpiadi di matematica (partecipante alla squadra finalista nazionale) e chimica (a cui ha poi rinunciato per partecipare alle Olimpiadi di matematica). Il suo curriculum è ricco di prestigiosi riconoscimenti ottenuti anche negli anni precedenti. La levatura del suo curriculum scolastico è evidenziato anche dal docente di fisica che nella sua relazione sullo studente ha evidenziato non solo un’eccezionale attitudine alle discipline scientifiche che lo ha portato ad una preparazione di tipo universitaria da autodidatta già nel corso di studi secondario, ma anche la sua attenzione e disponibilità verso i compagni di classe, la sua socievolezza e buon inserimento scolastico. Si segnala in particolare il suo ruolo di capitano nella squadra del Liceo per le olimpiadi.

Yoo Yung Lee – la studentessa vanta tre premi: il 3^ premio nazionale al Certamen Europense indetto dal Liceo Uccellis, il 1^ premio regionale “Luigi Scrosoppi” indetto dall’Istituto Volta, il 1^ premio regionale indetto dal Parlamento Europeo Giovani. Il suo curriculum comprende premi, certificazioni e partecipazioni nelle seguenti discipline: lingue moderne ed antiche, diritto, filosofia e scienze, informatica, psicologia, scienze politiche e relazioni internazionali, la conoscenza di numerose lingue moderne, il coinvolgimento in diverse iniziative: FAI, Future Forum, Workshop “La grande guerra in mostra”, la preparazione e partecipazione ad una trasmissione televisiva su Telefriuli nel maggio 2015 ed infine la pratica del nuoto. Nella relazione di presentazione dell’Istituto della giovane Yoo Yung Lee si dice che si distingue per eccellenti livelli di profitto in tutte le discipline, per un costante interesse a alle iniziative extracurricolari, per la capacità di intrattenere rapporti sereni e di aiuto reciproco con le compagne di classe e di scuola, per la sua curiosità verso il sapere umanistico e scientifico coniugato ad una profonda umiltà. La commissione tiene anche conto dell’esperienza di volontariato ed apprezza la trasversalità degli interessi della ragazza, la sua ecletticità ad alti livelli.

Margherita Nimis – la studentessa, pur non essendo di Udine, viene presa in considerazione per il prestigio dei riconoscimenti ottenuti: 3^ premio alla finale nazionale delle Olimpiadi di lingua greca indette dal MIUR, 1^ premio alla sezione regionale delle stesse, 1^ premio al Premio letterario Carlo Sgorlon dell’Università di Udine. E’ stata inoltre premiata alla Giornata delle Eccellenze 2015 presso il Senato della Repubblica. Ha inoltre collezionato una pubblicazione in volume collettaneo su Boccaccio dell’Università di Udine, alcuni seminari ed una certificazione di lingua inglese, è iscritta al corso di canto del Conservatorio dove in passato aveva studiato ottenendo due licenze (teoria, solfeggio e dettato musicale e pianoforte complementare). E’ parte del Coro del Liceo; ha inoltre una formazione sul Primo Soccorso, ha partecipato alla giornata FAI e Colletta Alimentare. La documentazione riporta copia di ogni attestazione ed altresì copia degli articoli di carattere locale e nazionale in cui si cita la studentessa, la scuola e la città in occasione dell’incontro con il Presidente del Senato.

Giona Micossi – lo studente ha ottenuto la medaglia d’oro alla finale nazionale delle olimpiadi di matematica e la fascia argento regionale nelle Olimpiadi della fisica, ricoprendo incarichi di capitano nelle squadra del Liceo. Punto di riferimento per i compagni nelle gare di matematica in cui è sempre brillato, è sempre stato disponibile a tenere loro lezioni. Di rilievo anche i risultati in fisica, negli scacchi e nella squadra di pallamano del Liceo.

Alberto Peccol – classificatosi al 1^ posto regionale alle Olimpiadi di Problem Solving indetta dal MIUR, lo studente si distingue per la giovane età: egli infatti è attualmente al 3^ anno, a differenza degli studenti precedenti che nell’a.s. 2014-15 si sono diplomati. Egli ha ottenuto brillanti risultati in tutte le materie scientifiche, coltiva altri interessi personali come la pratica di uno strumento musicale, è descritto come un ragazzo socievole, positivo, capace di adattamento, costruttivo e attento anche ai compagni in difficoltà.

Massimo Gallini – lo studente ha conquistato un 3^ ed un 5^ posto in due concorsi nazionali indetti da Industrie del settore e patrocinati dal MIUR; gli eccellenti risultati scolastici si sono concretizzati dunque in premi di prestigio (pur se non istituzionali) e in un premio in denaro di cui ha beneficiato l’Istituto scolastico. Per questo impatto diretto dell’impegno e delle capacità dello studente, oltre che per le sue doti da team leader evidenziate dalla scuola, la commissione ritiene di assegnare il Premio Giovani.

A Giacomo Marcocig e Pietro Savonitto del Conservatorio la menzione speciale in quanto vincitori di un Premio Abbado (rispettivamente 1^ e 3^ posto rispettivamente).

PREMIO GIOVANI NEL VOLONTARIATO

Gruppo “Get Up” : “Get Up” è un’associazione giovanile di promozione sociale costituitasi nel febbraio 2015 che ha fortemente voluto creare un luogo aggregativo rivolto ai ragazzi tra gli 11 e i 25 anni. Con un’apertura dalle ore 16.00 alle ore 18.30, dal lunedì al venerdì, la sede si configura come centro di aggregazione giovanile; la gestione stessa del centro é attualmente nelle mani dei 4 giovani che lo hanno voluto: Mery Pagliarini, Simone De Marco, Riccardo Talotti e Davide Bertossi, di età: 18, 20, 20, 26 anni. Questo gruppo di ragazzi, prima “utente” di un centro di aggregazione giovanile nello stesso quartiere, ora chiuso, ha compreso l’importanza di ricreare un nuovo centro di aggregazione giovanile che potesse accogliere i ragazzi dei quartieri San Domenico – Rizzi – Villaggio del Sole del Comune di Udine, ragazzi che spesso vivono serie condizioni di disagio familiare, ma in luoghi come questo trovano spazi in cui potersi esprimere, confrontare, sperimentare e crescere.

Questo gruppo è stato premiato all’unanimità dalla commissione con il primo premio per il forte senso di intrapresa personale, di iniziativa, di gratuità e di solidarietà (coniugata alla giovane età): infatti ha saputo creare il centro dal niente, attivandosi per reperire fondi (fuori dalle chiese e in una serata dedicata alla presentazione del progetto all’Auditorium Zanon di Udine), per allacciare nuove relazioni con la comunità in cui sono inseriti, per coinvolgere sempre più persone in un progetto sociale, prima che ludico ricreativo, di attenzione alla comunità e ai suoi giovanissimi.

Grazie all’Arci ha avuto un luogo in cui poter realizzare questo importante progetto sociale, che assorbe il gruppo intensamente sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo.

Il centro svolge un’importante funzione per i ragazzi dei quartiere di San Domenico e Villaggio del Sole: lo spazio fornisce ai giovani momenti formativi/laboratoriali ma anche di svago, di animazione, di confronto, di dialogo e di ascolto; le attività improntate sul metodo della peer education, sono molto importanti per i ragazzi che altrimenti si incontrerebbero per strada.

Questa esperienza di volontariato sviluppa ed amplia la coscienza civica. In questi mesi li abbiamo visti crescere, impegnarsi quotidianamente e volontariamente con costanza ed impegno. Sono giovani motivati, intelligenti e capaci di creare un futuro migliore.

Angela Lovat: Angela ha 29 anni e da ottobre 2014 si dedica al lavoro quotidiano di volontariato presso l’Associazione “Ospiti in Arrivo” Onlus, nel settore della prima assistenza rivolta ai richiedenti protezione internazionale presenti sul territorio udinese non ancora inseriti in un progetto di accoglienza formale.

Angela si occupa della supervisione di: équipe di strada, distribuzione di vestiti, coperte, cibo, indirizzamento normativo, corsi di alfabetizzazione italiana, azioni di advocacy e sensibilizzazione, ascolto e supporto del benessere psicologico. Fa attivamente parte dell’équipe di strada che ogni sera si occupa del primo supporto nella stazione ferroviaria di Udine di coloro che sono in attesa di entrare nel sistema di accoglienza formale. Segue in prima persona anche la creazione e i rapporti tra le reti locali/nazionali ed europee. Ha avuto esperienze pregresse nell’ambito dell’Educazione alla cittadinanza mondiale. Si occupa della realizzazione di incontri nelle scuole di vario grado e all’università in materia di richiedenti asilo, flussi migratori, ruolo dei media e Balkan route.

È impegnata in questa attività fin dagli esordi dall’emergenza a Udine, spendendosi in prima persona, combinando passione e coraggio con le competenze acquisite nel corso dei suoi studi universitari, fungendo da apripista e punto di riferimento per le attività attuali dell’Associazione. Nell’agosto 2013 ha svolto 1 mese di volontariato nel centro per richiedenti asilo a Rixensart in Belgio. Da mesi dunque le sue intere giornate sono dedicate a questo tipo di attività volontaria.

Maria Grazia Bassi: Maria Grazia ha 23 anni, dopo aver preso parte attiva al progetto “Lucidamente” sulla sensibilizzazione tra i coetanei sulle conseguenze in giovane età dell’abuso di alcol, è stata partecipante attiva per le iniziative del Banco Alimentare e volontaria del Centro di riabilitazione “Gervasutta”, inoltre consigliere giovane di UdinAiuta Onlus nonché segretario, referente per i progetti dell’associazione di “contatto con i richiedenti aiuto” e di “raccolta giocattoli per i bambini meno fortunati”. Malgrado la giovane età e le difficoltà motorie dovute ad una malattia neuromuscolare, tutti la conoscono per il volto sempre sorridente, per il sostegno e l’aiuto che concede a chiunque, e il tentativo di capire le difficoltà altrui, dopo aver accettato le proprie. Partecipante attiva di molte attività assistenziali, sostenitrice e curatrice di raccolte per i meno fortunati anche nel gruppo “Sei di Udine se”, sempre più fondamentale ingranaggio di UdinAiuta Onlus per la realizzazione dell’obiettivo statutario “Far del Bene Fa Bene!”.

Simone Spadarotto : Simone ha 26 anni e da 2 si dedica al lavoro di volontariato presso l’ Ass. di promozione sociale Maria Saveria Lenoci. Simone è socio volontario non retribuito e si occupa della gestione dei generi di prima necessità raccolti in proprio e forniti dal banco alimentare; provvede al loro ritiro e consegna agli indigenti selezionati con controllo dei documenti. Impegno assolto per 3 giorni/mese, mentre per per 3 giorni/settimana si dedica all’attività di sportello. Ha sentito il bisogno di rapportarsi ad altre persone e dare un contributo alla società.

Otu Agyei Oduro: Otu Agyei ha 18 anni e da 3 si dedica al lavoro di volontariato presso l’UCAI FVG. Il suo lavoro di volontariato si esplica in diverse attività, prevalentemente presso il doposcuola interculturale “Casa delle stanze colorate” per 2 volte alla settimana per 2 ore, impegno che aumenta durante il periodo estivo. Otu é stato il primo volontario della CSC (ormai il gruppo é molto più nutrito), ma il suo esempio continua a essere un contributo prezioso per mantenere vivo il processo di integrazione tra immigrati e italiani; é un esempio lampante di come una persona che ha avuto bisogno di un aiuto possa trovare la forza di diventare a sua volta una fonte di aiuto e speranza. La sua esperienza valorizza le più alte espressioni di impegno, partecipazione, solidarietà e gratuità presente tra i giovani, riconoscendo il loro contributo all’arricchimento del potenziale umano e relazionale della comunità cittadina.

Nicola Petrucco: Nicola ha 18 anni , e da 11 fa parte del gruppo Scout Udine 2 col quale ha avuto modo di collaborare con varie associazioni ed enti. Da ottobre 2012 è referente del giornale “Preludio” del Liceo Marinelli di Udine e riceve menzione nel concorso nazionale indetto dal MIUR-Albo Giornalisti; da aprile 2012 è impegnato nel presidio giovanile di “Libera” intitolato a Cosimo Cristina; dall’a.s. 2013/14 è eletto nel Consiglio della Consulta Studentesca e presiede l’Ufficio stampa; nel 2015 viene eletto Presidente della Consulta Provinciale degli Studenti di Udine e Coordinatore Regionale CPS e nel novembre nell’ufficio di Coordinamento Nazionale. Dal 2014 collabora con il CSS-Teatro d’Innovazione. Fino a settembre 2015 ha collaborato con l’Ass. Vicini di Casa. Attualmente è impegnato presso la mensa Caritas di Via Ronchi e presso l’asilo notturno Fogolar. Le qualità che questo giovane sta esprimendo si evincono dal suo impegno sociale, con doti di intraprendenza, impegno e responsabilità, capacità organizzative e gestionali della sua persona anche con ottimi livelli di resa negli studi. Crede molto nel ruolo e nell’azione dei singoli cittadini all’interno dello stato e della società e questi progetti sono stati un modo per fare la sua parte iniziando anche a restituire tutto ciò che da essa ha ricevuto. Queste esperienze sono state fondamentali per la sua crescita, aprendosi ad un mondo che altrimenti avrebbe ignorato.

PREMIO GIOVANI NELLO SPORT

Serena Nigris: per i risultati di rilievo ottenuti dalla giovane atleta (16 anni) nella disciplina del nuoto per salvamento a livello internazionale (campionati mondiali junior a Montpellier: 1 medaglia di bronzo nei 200 nuoto ostacoli, 1 quinto posto trasporto manichino e 2 medaglie argento nelle staffette nuoto ostacoli; convocazione in Nazionale Maggiore a Eindhoven (NL) e Madrid (E),

– nella manifestazione a carattere mondiale dove ha ottenuto il 1° e 2° posto in 5 specialità),

– a livello europeo (campionati europei junior ad Alicante (E): 2 primi posti e 1 terzo posto individuale, 2 primi posti staffetta)

– a livello nazionale (campionati italiani: 4 primi posti, 1 secondo e 2 terzi posti).

Gruppo staffetta 4×100 Asd Atletica Malignani Libertas (composto da Riccardo Del Torre, Cristiano Giovanatto, Federico Rossi e Giovanni Basilisco): per le ottime prestazioni ottenute dalla squadra nella disciplina della staffetta, conseguendo i seguenti riconoscimenti e premi: 1^ posizione nella staffetta 4 x 100 ai campionati italiani juniores/promesse 2015 a Rieti con il tempo di 41’86”.

Martina Molinaro: per i risultati importanti ottenuti dalla giovane atleta (16 anni) nella disciplina del salto con l’asta con la misura di 3,80 mt. conseguendo la miglior prestazione italiana outdoor dell’anno 2015 di categoria; migliore prestazione italiana indoor dell’anno di categoria con 3,65 mt; campionessa italiana Libertas; 10° posto ai Campionati Nazionali Assoluti di Torino, come più giovane atleta che ha conseguito l’accesso alla finale.

Michele Comuzzi: per i risultati di rilievo ottenuti dalla giovane atleta (14 anni) si è distinto nella disciplina del Judo conseguendo nel 2015 un secondo classificato al Trofeo Italia ed un secondo classificato al Campionato regionale; conseguendo il 5° classificato nella ranking list Nazionale u15 cat. kg. 66.

Pavlo Vasa: per i risultati significativi ottenuti dal giovane atleta (14 anni) nella disciplina della pesistica conseguendo i seguenti riconoscimenti e premi nella cat 94: 2° classificato ai Campionati Italiani Esordienti, 1° classificato ai Campionati regionali Esordienti e 1° classificato alla Coppa Italia Esordienti. Ha frequentato con profitto la scuola media “Marconi” ed ora studia all’ITI Malignani e con ammirevole serietà partecipa assiduamente agli allenamenti denotando doti non comuni che lo hanno posto alle attenzioni generali.

Nicole Stroppolo: per i risultati rilevanti ottenuti dalla giovane atleta (16 anni) nella disciplina della ginnastica conseguendo nel 2015 il 1° classificato alla gara nazionale Futures Competition (FGI) e un 8° classificato al Campionato Interregionale di categoria; è inoltre campionessa Nazionale di Specialità nel 2013; componente della squadra che ha vinto il Campionato di Serie A2 nel 2014 e componente della squadra di Ritmica che partecipa attualmente al Campionato di serie A1.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone