Kilju, la Corea del Nord testa bomba nucleare all’idrogeno terremoto magnitudo 5.1

Pyongyang ha condotto con successo mercoledì un test con una bomba nucleare all’idrogeno. Le autorità sudcoreane e il Servizio geologico americano poco prima avevano rilevato un sisma di magnitudo 5.1 a 49 km a nord di Kilju, l’area dei test nucleari nordcoreani.

Secondo Seul il sisma era di origine artificiale. Uno speaker sulla tv nordcoreana ha detto che Pyongyang ha testato una bomba all’idrogeno “miniaturizzata”.

“Soddisfatto” il regime che in una nota annuncia: “La Corea del Nord ha elevato “la propria potenza nucleare al livello successivo”, attraverso un’arma per difendersi contro gli Stati Uniti e gli altri suoi nemici. La dichiarazione afferma che il test è stato un “perfetto successo”. “Abbiamo effettuato con successo un test nucleare per difenderci dagli Stati Uniti”. In questo modo le autorità nordcoreane hanno annunciato in un comunicato ufficiale di aver testato per la prima volta una bomba all’idrogeno. Il via libera al test, prosegue la nota, è stato dato dal leader Kim Jong-un “il 3 gennaio”.

La bomba all’idrogeno è molto più potente di quelle nucleari tradizionali all’uranio e molto più difficile da realizzare. Il test sarà un forte incentivo per nuove sanzioni contro la Corea del Nord da parte dell’Onu e peggiorerà le già cattive relazioni del Paese con i suoi vicini. Non a caso il capo dell’Organizzazione dell’Onu per il Trattato sul bando dei test nucleari, Lessina Zerbo, ha subito detto che il test di una bomba all’idrogeno da parte della Corea del Nord, se confermato, sarebbe una violazione del Trattato e una grave minaccia alla pace e alla sicurezza internazionale. Zerbo ha precisato che le norme contro i test atomici sono state rispettate da 183 paesi dal 1996 e ha invitato Pyongyang a evitare altri esperimenti e ad aderire al trattato.

Convocato un Consiglio di sicurezza dell’Onu “a porte chiuse”. La Corea del Nord possiede già alcune rudimentali bombe nucleari. Nel 2012 ha detto di aver mandato nello spazio un satellite con un missile pluristadio. Secondo gli esperti, questo missile potrebbe essere utilizzato anche per il trasporto a lungo raggio di testate nucleari.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone