Firenze, Tramvia al termine la sperimentazione delle navette per Careggi. Dal 23 gennaio torna potenziata la linea 14

Il 23 gennaio le navette sperimentali per Careggi interromperanno il servizio. Sulla base dello stato di avanzamento dei cantieri della tramvia e in vista della prossima restituzione delle seconda corsia in viale Morgagni verso piazza Dalmazia, è stato deciso di terminare la sperimentazione avviata il 15 settembre scorso. Sperimentazione che aveva visto una riorganizzazione del servizio per Careggi basata sullo stop delle linee 8, 14, 56 e 60 in via Vittorio Emanuele II e sull’interscambio con le navette 58B (verso via Niccolò da Tolentino) e 58C (direzione Careggi).
Il collegamento con l’area ospedaliero sarà assicurato dalla linea 14 che tornerà a transitare sui consueti itinerari fino ai capolinea di piazza di Careggi (14C) e di via Niccolò da Tolentino (14B) diventando per i passeggeri dei bus 8, 56 e 60 una sorta di navetta.
“Grazie alle risorse liberate allo stop della sperimentazione sarà possibile potenziare il sevizio – sottolinea l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti – aumentando il numero dei bus sulla linea 14”. L’assessore aggiunge inoltre che la riorganizzazione viene incontro alle richieste degli abitanti di via Vittorio Emanuele che più volte avevano lamentato il disagio legato alla presenza dei numerosi capolinea sulla strada. In questo modo sarà infatti dimezzato lo spazio dedicato ai capolinea in via Vittorio Emanuele II (da 70 a 30 metri) e il tempo di stazionamento dei mezzi Ataf (da 1.737 a 835 minuti giornalieri). Molto ridotto anche il numero delle soste dei bus, che passeranno da 485 a 142 al giorno.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, Tramvia al termine la sperimentazione delle navette per Careggi. Dal 23 gennaio torna potenziata la linea 14 Firenze, Tramvia al termine la sperimentazione delle navette per Careggi. Dal 23 gennaio torna potenziata la linea 14 ultima modifica: 2016-01-06T03:35:42+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento