Roma, la Corte d’Appello conferma la stepchild adoption

I giudici hanno confermato la sentenza del tribunale dei Minorenni di Roma di un anno e mezzo fa, la prima in Italia che riconosceva la “stepchild adoption”, ovvero l’adozione di una bimba da parte della compagna e convivente della madre.

Lo rende noto Maria Antonia Pili, che assiste la coppia omosessuale, per la quale “la sentenza conferma che in Italia è possibile adottare per il partner di una coppia omosessuale”.

Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone