Parma, convenzione tra Comune e cinema d’essai

Sono state approvate con un’unica determina dirigenziale le convenzioni con le tre sale cinematografiche d’essai cittadine – Cinema D’Azeglio, Cinema Astra e Cinema Edison – per l’attuazione delle politiche cinematografiche comunali 2015-2017, in linea con quanto deliberato dalla seduta di Consiglio Comunale del 22 settembre scorso che ha individuato gli obiettivi strategici di politica culturale e approvato i principi e gli indirizzi per il rafforzamento del sistema cinematografico ed audiovisivo cittadino.

La cifra complessiva dei contributi stanziati dal Comune di Parma per il primo anno ammonta a 70.000 euro.

L’Amministrazione, nell’ambito dei propri impegni ha, inoltre, previsto per l’inizio dell’anno 2016 un intervento di ristrutturazione all’interno del Cinema Astra finalizzato da un lato alla sostituzione delle poltrone in sala e dall’altro alla realizzazione di alcuni adeguamenti relativi alla sicurezza.

La politica culturale tracciata dall’Amministrazione va in direzione dello sviluppo e sostegno di una rete di esercizi cinematografici di qualità, con particolare attenzione agli esercizi storici e alle sale d’essai, riconoscendo loro un importante ruolo culturale, di aggregazione sociale e di interesse pubblico e della valorizzare e promozione della cultura cinematografica e dell’audiovisivo, attraverso la programmazione e la diffusione di opere di particolare interesse culturale, in quanto atte a favorire la libera espressione artistica e creativa, la formazione culturale, l’aggregazione sociale, la valorizzazione dell’identità culturale, l’innovazione e, non ultimi, lo sviluppo economico e la promozione del territorio.

Tra i numerosi obiettivi, finalizzati al rafforzamento del sistema cinematografico ed audiovisivo cittadino, emerge la volontà di migliorare il coordinamento e l’organizzazione a livello territoriale del sistema cinematografico, incoraggiando e favorendo la collaborazione tra le diverse realtà associative ed istituzionali a questo appartenenti, puntando a conseguire un’offerta culturale potenziata e diversificata grazie alla realizzazione di eventi, rassegne e altre manifestazioni di settore il più possibile diversificate che favoriscano l’accesso alla cultura cinematografica e dell’audiovisivo da parte di fasce di pubblico appartenenti a contesti socioculturali ed economici diversi.

Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone