Trasporto pubblico locale, aumento medio di 100 euro in tre tranche, 600 euro una tantum entro aprile 2016

Dopo 7 anni si è raggiunto un accordo tra sindacati e associazioni datoriali. Siglato l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto collettivo di settore.

Il rinnovo prevede un aumento medio di 100 euro in tre tranche e l’erogazione di una una tantum di 600 euro. Ci vorrà ora un referendum per la validazione. Soddisfatti i sindacati, che sottolineano il successo sindacale e la vittoria per un settore in cui da anni non si fanno investimenti pubblici.

L’accordo è stato firmato tra le associazioni datoriali Asstra e Anav e i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Fna e Faisa Cisal. L’intesa, che decorre dal 1 gennaio 2015 e scade il 31 dicembre 2017, prevede un aumento economico medio di 100 euro in tre tranche (35 euro dal 1 novembre 2015; 35 euro dal 1 luglio 2016; 30 euro dal 1 ottobre 2017).

Stabilita “l’erogazione di una tantum di 600 euro medie (400 euro a gennaio e 200 euro ad aprile 2016). Ma non ci sono solo gli aumenti salariali. Ulteriori 100 euro lordi sono disponibili sul welfare, a carico delle aziende, sulla previdenza integrativa (90%) e sull’assistenza sanitaria integrativa (10%). L’accordo conferma anche la salvaguardia della “tutela reale” sui licenziamenti illegittimi per i lavoratori che, dopo il 7 marzo 2015, sono interessati da trasferimenti collettivi.

Sull’orario di lavoro, che resta confermato in 39 ore settimanali, vengono introdotte disposizioni contrattuali che favoriscano percorsi di efficientamento produttivo. L’ipotesi di accordo è stata siglata con riserva dalle segreterie nazionali e sarà sciolta dopo l’esito del referendum che si svolgerà dal 15 al 17 dicembre.

9 su 10 da parte di 34 recensori Trasporto pubblico locale, aumento medio di 100 euro in tre tranche, 600 euro una tantum entro aprile 2016 Trasporto pubblico locale, aumento medio di 100 euro in tre tranche, 600 euro una tantum entro aprile 2016 ultima modifica: 2015-11-28T22:26:28+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone