Parma, distribuzione delle tessere per l’acqua

Nell’ambito delle iniziative finalizzate alla diffusione dell’uso dell’acqua distribuita con l’acquedotto, di concerto con il Comune di Parma, sono stati installati da Iren cinque nuovi erogatori di acqua pubblica; in particolare le installazioni sono state effettuate nei parchi Daolio a Fognano, parco Bizzozero e parco ex Eridania, in piazzale Pablo e in piazza Indipendenza a Corcagnano.

I nuovi erogatori fanno parte di un’iniziativa volta a valorizzare l’acqua intesa come bene comune con particolare attenzione alle necessità legate a diversi quartieri della città. Gli erogatori funzionano con apposita tessera, in modo da coprire i costi minimi di manutenzione degli impianti e fare in modo che ne sia garantito il funzionamento nel tempo.

Presso i nuovi erogatori di acqua pubblica è possibile prelevare acqua naturale refrigerata e acqua frizzante refrigerata per mezzo di tessere prepagate a scalare; il costo dell’acqua sarà di 4 centesimi al litro per la naturale refrigerata e di 5  centesimi per quella refrigerata frizzante.

Le tessere necessarie per il prelievo dell’acqua sono distribuite da Iren presso la sede di Strada Santa Margherita, a Parma.

Per agevolare l’accesso dei cittadini a questa nuova forma ecologica di consumo consapevole dell’acqua, in questi giorni  saranno presenti nei mercati cittadini delle postazioni di distribuzione gratuita delle tessere per il prelievo dell’acqua, tessere che potranno essere ricaricate presso le apposite colonnine (sede Iren, Duc, Biblioteca Civica, bar Meeting a Corcagnano e Antica Osteria di Fognano).

Ecco il calendario delle postazioni di distribuzione delle tessere, a partire da oggi: Lunedì 9 nov, Piazzale Maestri;   Martedì 10 nov, Viale Osacca; Giovedì 12 nov, Via Pertini.

9 su 10 da parte di 34 recensori Parma, distribuzione delle tessere per l’acqua Parma, distribuzione delle tessere per l’acqua ultima modifica: 2015-11-08T01:40:25+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Lascia un commento