Il Milan spera nel ritorno di Zlatan Ibrahimović

187

Zlatan Ibrahimović potrebbe davvero accettare di tornare al Milan. I rossoneri sperano di a coinvolgerlo in una nuova sfida personale. Ovvero tornare a San Siro nel ruolo di fuoriclasse e simbolo di un nuovo progetto. Boban e Maldini puntano sulle motivazioni più che sull’ingaggio. “Milano è la mia seconda casa” dice Ibra. “Milano non è la mia seconda città, è la mia seconda casa. Ho dei ricordi meravigliosi”. “Se c’è un progetto che mi stimola posso giocare ai miei livelli fino a 50 anni. Ho appena concluso l’esperienza a Los Angeles. È stata fantastica, ora siamo in due a essere eroi dei due mondi: io e Giuseppe Garibaldi”. Al Milan sarebbe lui a decidere in estate se aggiungere un altro anno di contratto o meno, ma alla proposta che la dirigenza ha fatto recapitare allo svedese non c’è ancora stata risposta. Oltre al Milan, c’è il Bologna. Il club rossoblù guidato da Sinisa Mihajlovic, starebbe ragionando con lo sponsor tecnico Macron che sembra deciso a investire 2 milioni in più sul contratto, consapevole di avere un grande impatto di immagine e di vendita di maglie e prodotti. “Con Sinisa mi sento spesso – dice Ibra – È un amico, persona eccezionale, un uomo raro”.