Fondi per scuola mestieri a Carate Brianza e recupero gasometri area Polimi

“Quella di portare le necessità e gli indirizzi delle aziende all’interno delle scuole per ottimizzare il legame tra mestiere e istruzione è una delle priorità per il nostro territorio. Per questo, dopo aver ascoltato gli imprenditori e gli studenti, abbiamo deciso di investire sullo sviluppo di un Accordo di Programma per la realizzazione di una scuola dei mestieri in collaborazione con il comune di Carate, nel cuore della Brianza. Si tratta del primo passo per intercettare al meglio le reali esigenze del mercato e garantire quindi agli studenti una formazione professionale innovativa”.

Lo ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala, commentando uno dei punti qualificanti del bilancio approvato ieri sera in Consiglio regionale. Nel corso della riunione sono state integrate di 3 milioni di euro per il 2020 e 2 milioni di euro per il 2021 le risorse per lo sviluppo di un accordo di programma per la realizzazione della scuola dei mestieri a Carate Brianza e per interventi di ristrutturazione dell’area ex gasometro del Politecnico di Milano.

“Le nostre politiche – ha spiegato il vicepresidente – si concentrano per favorire lo sviluppo in Lombardia di distretti di innovazione, aree urbane riqualificate dove imprese, startup, centri di ricerca, università, istituzioni e attori economici sono interconnessi tra loro. In questo senso abbiamo voluto supportare il recupero dei gasometri dell’ex area Goccia tra Villapizzone e Bovisa che rappresentano un’opportunità importante per realizzare il distretto di innovazione del Politecnico di Milano”. “Questo progetto di riqualificazione – ha concluso – potrà infatti dare vita a uno tra i più importanti incubatori di impresa e di innovazione a livello internazionale”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin