Roma. Alla Casa della Memoria quattro incontri sulle leggi razziali

Primo appuntamento lunedì 15 ottobre 2018 alle ore 17.30. A ottant’anni dalle leggi razziali regge ancora la vulgata, accolta in generale dalla storiografia, della netta separazione tra antigiudaismo cattolico e antisemitismo moderno. L’autore affronta e smentisce questa “tesi” analizzando a fondo e rigorosamente il tema del rapporto tra Chiesa e antisemitismo attraverso la rievocazione delle vicende dei primi partiti cattolici promossi da papa Leone XIII: partito cristiano sociale austriaco e democrazia cristiana francese, partiti anticipatori di progetti legislativi analoghi alla legislazione antisemita degli anni Trenta del secolo successivo. Partecipano al dibattito Don Bruno Bignami-Presidente della Fondazione Don Primo Mazzolari e Anna Foa-Sapienza Università di Roma
Iniziativa a cura di Derive Approdi

Martedì 16 ottobre 2018 alle ore 17.30 prevista la proiezione di Memorie in Comune un documentario a cura di Pupa Garribba, prodotto dall’Associazione Mitinitaly con il Circolo Gianni Bosio (50′, 2011, Roma). Il progetto “Memorie in Comune” prende le mosse dalla targa apposta in Campidoglio in ricordo dei 54 dipendenti comunali licenziati e deportati “in quanto ebrei” a seguito della emanazione delle leggi razziali, un provvedimento che stravolse la loro vita professionale e quella dei loro familiari. Il lavoro di ricerca, svolto attraverso lo studio di documenti raccolti negli Archivi storici, nelle biblioteche e con l’aiuto di testimonianze di familiari, amici e colleghi ha permesso di realizzare un documentario e una pubblicazione nei quali le singole vicende vengono ricostruite nel quadro degli eventi nazionali. L’obiettivo è quello di rendere omaggio alla memoria e alla dignità di cittadini, fino a quel momento impegnati con orgoglio al servizio della amministrazione comunale, che pagarono sulla loro pelle, la follia fascista. A seguire verrà proiettato il cortometraggio 1943 – 1997 di Ettore Scola (1997, Roma) un’occasione per riflettere sul tema della migrazione e della discriminazione razziale. Iniziativa a cura delle Associazioni residenti della Casa della Memoria e della Storia.

Mercoledì 17 ottobre 2018 alle ore 17.30 è in programma la serata in ricordo di Bice Foà Chiaramonte nell’80esimo anniversario della promulgazione delle leggi razziali. Introducono e coordinano Ugo Foà e Letizia Paolozzi. Gli attori Rossella Monaco e Luciano Roffi leggono brani del libro di Bice Foà Chiaromonte DONNA, EBREA E COMUNISTA (Harpo editore, 2017). Le letture sono accompagnate da musica ispirata dal Coro Polifonico del Centro Italiano di Musica Antica (CIMA). Video a cura di Alfredo Merfi. Iniziativa a cura di Harpo editore

Giovedì 18 ottobre 2018 alle ore 17.30 è prevista la presentazione del libro Una quercia sottile. Primo De Lazzari, ritratto collettivo di un partigiano, (Bordeaux edizioni, 2018) a cura di Serena D’Arbela e con i contributi di tanti scrittori, saggisti e amici del “Bocia”, come veniva chiamato Primo. Intervengono Fabrizio De Santis-Presidente ANPI Roma -Lazio, Elio Matarazzo-docente universitario e autore tv, Marco Vanni-educatore professionale, Serena D’Arbela- curatrice volume
Iniziativa a cura di Bordeaux edizioni.

E’ in programma fino al 22 novembre 2018 la mostra foto-documentaria L’occupazione italiana della Libia. Violenza e colonialismo 1911-1943. Negli ultimi anni la Libia è stata quasi quotidianamente al centro dell’attenzione dei mezzi di comunicazione per i numerosi e violenti conflitti che hanno contraddistinto la sua storia recente. La mostra restituisce al visitatore la possibilità di conoscerne meglio la storia, approfondendo, in particolare, gli avvenimenti legati al periodo coloniale italiano, ancora poco noti. Le drammatiche vicende storiche di quegli anni sono narrate attraverso un percorso storico-didattico che si articola attraverso oltre duecento foto e decine di documenti provenienti dall’Archivio Nazionale di Tripoli e dai principali archivi nazionali. All’inaugurazione intervengono Luisa Musso dell’Università di Roma Tre e Alessandro Triulzi dell’Università di Napoli L’Orientale. L’esposizione- organizzata dall’Istituto romano per la storia d’Italia dal fascismo alla Resistenza (IRSIFAR) e dalla Fondazione MedA – Onlus, con il patrocinio dell’Istituto Nazionale Ferruccio Parri – è promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale – Dipartimento Attività Culturali in collaborazione con l’Istituto Nazionale Ferruccio Parri e Zètema Progetto Cultura. È stata realizzata dallo storico Costantino Di Sante con il contributo del Centro per l’Archivio Nazionale di Tripoli e la consulenza di Salaheddin Sury, uno dei maggiori storici libici dell’età contemporanea.

Appuntamenti presso la Casa della Memoria e della Storia in via San Francesco di Sales, 5 (Trastevere) – 00165 Roma dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 20.00 – Sabato e Domenica chiuso
Tel. 06/6876543 – 060608. Per saperne di più comune.roma.it/web/it/scheda-servizi.page?contentId=INF119920 . Ingresso libero. Biblioteca della Casa della Memoria e della Storia. Orario di apertura per la consultazione: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 17.00. Sabato e domenica chiuso.

Lascia un commento