Per Cristiano Ronaldo primo rosso in 158 partite di Champions

Una punizione eccessiva comminata a Cristiano Ronaldo. Il contatto con Murillo, la mano sulla testa dell’avversario a terra per invitarlo a non esagerare con le reazioni plateali. A sorpresa, il cartellino rosso e l’uscita dal campo in lacrime.

È iniziata in malo modo l’avventura in Champions League di Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus. Il lusitano ha rimediato la prima espulsione diretta in 158 partite nella massima competizione europea al 29′ del primo tempo sfida di Valencia. Il portoghese è uscito visibilmente scosso, in lacrime, dopo che l’arbitro Brych gli ha mostrato il rosso.

I due giocatori sono entrati in contatto all’ingresso dell’area di rigore quando la palla era sulla sinistra, dalle parti di Alex Sandro. CR7 ha sbracciato e allontanato il difensore del Valencia che è caduto in terra in maniera plateale; lo juventino, infastidito, ha messo una mano sulla testa dell’avversario invitandolo a non esagerare. L’episodio è stato notato dall’assistente di porta che lo ha segnalato all’arbitro Brych il quale ha deciso di punire con il rosso la reazione dello juventino.

Una sanzione eccessiva visto che il gesto del fuoriclasse non è stato violento. Per espulsione diretta il regolamento prevede due giornate di squalifica. Cristiano salterà quindi Young Boys in casa e United in trasferta.

Lascia un commento