Milano. Tassisti e NCC: obbligo di comunicazione targa

I titolari di licenza Taxi e NCC della Regione Lombardia possono circolare nelle corsie riservate ai servizi pubblici a patto di comunicare al Comune di Milano ogni due anni la targa della vettura. Per evitare sanzioni e facilitare l’individuazione di questi veicoli il Comune di Milano ha istituito una banca dati in cui immettere la targa, in base all’ordinanza 441 del 2015 che inserisce taxi e NCC nella tipologia di “permesso senza autorizzazione ma con obbligo di comunicazione della targa”.

L’aggiornamento della banca dati però non è automatico: ai titolari di licenza infatti corre l’obbligo di comunicare la targa ogni due anni, effettuando un rinnovo prima della scadenza del permesso. Nel caso ciò non avvenisse, il veicolo viene cancellato dal database. In questo caso, non avendo più l’autorizzazione a circolare nelle corsie riservate ai mezzi pubblici, il titolare di licenza taxi o NCC è soggetto all’emissione di verbali di infrazione.

La comunicazione al Comune di Milano va effettuata con il Modulo Unico Semplificato disponibile sul Portale istituzionale dell’Amministrazione e presentato insieme a copia fronte/retro della carta di circolazione di ogni singolo veicolo, licenza aggiornata, documento di identità e, in caso di leasing, verbale di consegna (eventuale). Il tutto dovrà essere inoltrato via mail al seguente indirizzo: MTA.uffgestioneztl@comune.milano.it o in alternativa presentato all’Ufficio Protocollo della Direzione Mobilità Ambiente ed Energia in via Beccaria, 19 (Stanza 1, piano terra, aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12 e dalle 14 alle 15).

Lascia un commento