8 e 9 settembre Avis Comunale e Polisportiva Gioco Parma corrono per la vita

Al via sabato 8 e domenica 9 settembre la 21esima edizione della Crédit Agricole Cariparma Running 2018, evento organizzato dal CUS Parma con il sostegno del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia e patrocinato dal Comune di Parma. Un traguardo importante raggiunto grazie alla collaborazione tra le diverse realtà del territorio che hanno portato una manifestazione nata per gli sportivi locali a diventare appuntamento podistico di rilevanza nazionale.

Come ogni anno, tra i percorsi che prenderanno il via domenica 9 ci saranno anche quelli non competitivi da 5 e 10 km: Corri per la Vita e Corri per la Vita Special. Due appuntamenti che, rimarcando l’importanza sociale dello sport, promotore di messaggi positivi e di iniziative di solidarietà, hanno registrato negli ultimi anni un successo sempre crescente di partecipanti.

Come di consueto il Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia si assocerà alla generosità dei partecipanti aumentando ulteriormente il loro contributo e la cifra complessiva sarà devoluta all’AVIS Comunale di Parma e alla Polisportiva Gioco Parma, due realtà che si distinguono per la rilevanza del loro operato sul territorio. Il numero sempre crescente di coloro che anno dopo anno hanno partecipato alla corse non competitive ha aiutato il Gruppo bancario a moltiplicare il proprio impegno a sostegno di associazioni e progetti che operano per migliorare la vita della comunità.

Progetto Itaca, Caritas Children Onlus, Famiglia Più, Noi per Loro, Help for Children, Comitato Claudio Bonazzi Pro Hospice, Special Olympics, Aisla, Munus sono solo alcune delle tante associazioni, al fianco dell’infanzia, delle famiglie o attive nella prevenzione e nella cura delle malattie, sostenute in questi venti anni di maratona. A queste si aggiungono ora l’AVIS Comunale e la Polisportiva Gioco Parma, per un risultato importante che è stato reso possibile anche grazie al CUS, da sempre partner in questo percorso di sport e solidarietà.

AVIS Comunale di Parma

L’AVIS Comunale di Parma è un’organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue. E’ un associazione apartitica, aconfessionale, senza discriminazione di razza, sesso, religione, lingua, nazionalità, ideologia politica ed esclude qualsiasi fine di lucro e persegue finalità di solidarietà umana.

L’AVIS Comunale di Parma, nata nel 1946, promuove una cultura di altruismo e di solidarietà, che si realizza nella donazione di sangue. Il messaggio dell’AVIS è stato accolto da migliaia e migliaia di persone, che hanno scelto di diventare donatori di sangue, e da centinaia di volontari che sostengono la complessa attività che li organizza e rende possibile lo raccolta di sangue. Grazie all’AVIS di Parma è stato possibile dare tanta serenità e tranquillità ai molti malati che, tutti i giorni, abbisognano di trasfusioni, e alle loro famiglie, che non devono cercare disperatamente questo prezioso dono, che diversamente da come avviene in altre parti d’Italia, a Parma viene liberamente e generosamente messo a disposizione in modo gratuito dai nostri donatori.

L’AVIS Comunale di Parma è costituita da 25 gruppi avisini e sei AVIS di Base, collocati nei vari distretti cittadini così da essere più vicini ai cittadini che vogliano diventare donatori. Ogni anno l’AVIS di Parma realizza decine e decine di incontri con la popolazione, sia nell’ambito della scuola, che tramite manifestazioni o spettacoli nelle piazze e strade cittadine durante le quali poter prendere contatti con migliaia di persone, a cui trasmettere l’alto senso civico insito nella donazione di sangue, che può essere fatta solo da persone che fatto scelte di vita e di comportamenti attenti alla propria salute, così da poter donare sangue sicuro, privo di rischi per i riceventi.

Polisportiva Gioco Parma

La Polisportiva Gioco Parma nasce nel 1983 all’interno del Centro don Gnocchi di Parma; subito si allarga agli ex allievi del Centro abitanti nella Città e nei dintorni; gestita da disabili, diventa presto una delle Polisportive più importanti d’Italia. Fin dalle origini lo scopo è il benessere psico-fisico delle persone e l’integrazione sociale, mediante la pratica sportiva fatta su misura della persona disabile. Tappa importante e segnale di autonomia e ricchezza progettuale è la sede nell’ex Eridania e il nuovo nome: GIOCO. Il quartiere è coinvolto e le attività si moltiplicano, passando dalle discipline di atletica, tennis da tavolo, nuoto e pallanuoto, a quelle del basket in carrozzina, hand bike, hockey in carrozzina elettrica, tiro a segno, acquaticità, senza rinunciare a esperimenti promozionali con la vela e il paracadutismo.

La sede “provvisoria” assegnata dal Comune nel 2004 è attualmente nel Palasport; nonostante le difficoltà di accesso e gli spazi ristretti, la Polisportiva è più che mai viva e capace di nuove progettualità, quasi a dispetto delle conclamate difficoltà economiche mondiali. Ha rinvigorito il dialogo con Enti ed Associazioni, proponendosi attivamente in nuove sinergie che guardano avanti, rafforzando la missione originale di coinvolgere le famiglie con persone colpite da nuove forme di disabilità, alle quali è certamente utile la pratica dello sport, nell’accezione sopra indicata.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin