Roma. Ottantenne soffocato Frontone, in stato confusionale la moglie

Dramma familiare a Sant’Eusebio di Frontone nel Pesarese. Un uomo di 85 anni è stato trovato morto con segni di di soffocamento. A lanciare l’allarme il genero della coppia: l’ipotesi iniziale è quella di omicidio e tentato suicidio.

Il pensionato è stato trovato morto sul letto della sua casa, accanto a lui, accovacciata vicino alla finestra in stato semiconfusionale, forse per l’assunzione di farmaci, la moglie di 80 anni. Una delle ipotesi, avvalorata anche dal ritrovamento di un biglietto, è che si sia trattato di un omicidio e poi di un tentato suicidio.

Ad entrare per primi in casa sono stati i vigili del fuoco, attraverso una finestra, dopo che il genero dei coniugi aveva lanciato l’allarme perché non rispondevano. La coppia di anziani, residenti a Roma, era in vacanza nella seconda casa di famiglia che si trova sulla strada per il Monte Catria. La donna è stata ricoverata prima all’ospedale di Pergola e poi nel reparto di Psichiatria a Urbino. Dalle prime analisi compiute dai sanitari intervenuti sul posto, l’uomo sarebbe stato soffocato forse con un cavo elettrico e la morte risalirebbe a qualche ora prima del ritrovamento.

Lascia un commento